Sciacca

Tornano le "Vie dei tesori": svolto un tour con gli organizzatori per trovare nuove prospettive

La città si prepara alla sua terza partecipazione. Il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alla cultura Gisella Mondino fanno gli onori di casa: "Arricchire il programma con un itinerario dedicato al mare"

Un momento di break durante il tour con gli organizzatori

La città Sciacca si prepara alla sua terza partecipazione alle Vie dei Tesori, ritenuto uno dei più grandi festival italiani dedicati alla scoperta del patrimonio delle città d’arte della Sicilia. In questi giorni l’amministrazione comunale, con l’assessorato alla cultura, ha promosso un tour con gli organizzatori del festival proponendo e percorrendo nuove strade con nuove prospettive per valorizzare le meraviglie naturali, storiche, artistiche, culturali e gastronomiche della città, in continuità con le attività promosse dalla biblioteca comunale “Aurelio Cassar” nell’ambito delle azioni di “Sciacca città che legge”.

“Lo scopo dell’iniziativa – spiegano il sindaco Francesca Valenti e l’assessore alla cultura Gisella Mondino, presenti al tour – è quello di arricchire il programma della prossima edizione inserendo un nuovo e affascinante itinerario culturale: quello dal mare”.

Al tour hanno preso parte, tra gli altri, il presidente e il vicepresidente dell’associazione delle Vie dei Tesori Laura Anello e Marcello Barbaro, Michele Errante della società nautica Sealosophy e le due blogger Marta e Giulia, molto seguite da un pubblico giovane su Instagram come Malia Vibes (due ragazze venute in vacanza un anno fa a Palermo: si si sono innamorate della città decidendo di rimanere in Sicilia raccontandone continuamente le bellezze).  

Dell’esperienza di questo viaggio, cominciato in barca, proseguito al porto e concluso tra i vicoli del centro storico, in un racconto continuo tra il mistero dell’isola Ferdinandea e la leggenda di Bettu Ammareddu, la suggestione della città che si specchia nell’acqua, lo spettacolo del pesce appena pescato, l’ingresso nelle grotte dell’antico caricatore, il fascino della lavorazione della ceramica e del corallo nelle varie botteghe, il sapore dei dolci tipici (le cucchitelle, l’ova murina) e tanto altro, è stato raccontato con foto e video nei canali ufficiali delle Vie dei Tesori e delle due note blogger.

“Un viaggio pieno di suggestioni, di odori, di scoperte, di incontri – aggiungono il sindaco Valenti e l’assessore Mondino – che è servito a tracciare un nuovo affascinante itinerario da proporre nella prossima edizione delle Vie dei Tesori, dal 2 al 17 ottobre. Un’occasione per far conoscere e promuovere ancora una volta la nostra città per le sue innumerevoli attrazioni”.



 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano le "Vie dei tesori": svolto un tour con gli organizzatori per trovare nuove prospettive

AgrigentoNotizie è in caricamento