menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La polizia municipale rischia lo sfratto: a deciderlo sarà un'udienza in tribunale

Alla base ci sarebbero dei motivi di sicurezza

I vigili urbani di Sciacca vicini allo sfratto. Si, le terme di Sciacca hanno chiesto al tribunale il sequestro e la custodia dell’immobile che ospita il comando della polizia municipale.

L’iniziativa, secondo quanto fa sapere l’edizione del Giornale di Sicilia, è del liquidatore Carlo Turriciano. Ed è motivata per ragioni di sicurezza. I locali, sono di proprietà delle terme, ma non sarebbero più idonee ad ospitare un ufficio pubblico.  Il giudice Filippo Masarà ha rinviato le parti al 15 novembre prossimo. Le terme sono rappresentate dal legale Maria Cristina Cucchia. A difesa del Comun l’avvocato Pina Falco.

Spunta anche un nuovo atto di citazione da parte delle terme di Sciacca. Il motivo è l’occupazione senza titolo dell’immobile che ospita il comando della polizia municipale in via Figuli. Si fa leva sulla mancata manutenzione dell’immobile che dovrebbe essere prevista a carico del Comune. Ci sarebbe anche una richiesta di risarcimento pari a 104 mila euro. Se il giudice il 15 novembre dovesse decidere per il sequestro la Polizia municipale dovrebbe lasciare subito l’immobile. Il Comune lavora per trovare una soluzione, la polizia municipale conta circa trenta unità. Al momento sono tutti col fiato sospeso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento