SciaccaNotizie

"Sequestro di persona e atti osceni", condannato a 4 anni di reclusione

Il pubblico ministero, Carlo Boranga, aveva chiesto 9 anni e 6 mesi. Il giovane è stato, dunque, assolto dalle accuse di violenza sessuale e di evasione dai domiciliari oltre che di danneggiamento dell'auto di una vicina

Juan Carlos Peralta

Il tribunale di Sciacca ha condannato a quattro anni di reclusione con la riqualificazione del reato contestato di violenza sessuale in lesioni personali aggravate Juan Carlos Peralta, di 32 anni, di Sciacca. Nei suoi confronti la condanna è scattata per sequestro di persona e atti osceni. Il pubblico ministero, Carlo Boranga, aveva chiesto 9 anni e 6 mesi. Il giovane è stato, dunque, assolto dalle accuse di violenza sessuale e di evasione dai domiciliari oltre che di danneggiamento dell'auto di una vicina. Peralta era difeso dall'avvocato Accursio Piro che ne aveva chiesto l’assoluzione piena. Le parti civili erano rappresentate dagli avvocati Maurizio Gaudio e Aldo Rossi. Alle parti civili riconosciuta la provvisionale per complessivi 5.000 euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Evade dai domiciliari e scompare nel nulla", giovane ricercato trovato ad Asti 

La sentenza è stata emessa dal tribunale in composizione collegiale: presidente Antonio Tricoli con a latere i giudici Anna Guidone e Francesca Cerrone. Le indagini erano state condotte dal commissariato di polizia di Sciacca. Il trentaduenne, secondo l’accusa, avrebbe conosciuto su Facebook una donna del centro Italia, le avrebbe fatto credere di avere un lavoro e la possibilità di ospitarla per un certo tempo e, magari, di poter iniziare una storia con lei. Dopo pochi giorni, però, la donna si sarebbe resa conto di avere a che fare con una persona molto diversa. Secondo l’accusa Peralta avrebbe cercato di usarle violenza e l’avrebbe chiusa a chiave nel suo appartamento, impedendole di uscire. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 59 nuovi positivi nell'Agrigentino: ci sono anche insegnanti e studenti, è raffica di scuole chiuse

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 17 positivi in provincia, ci sono pure 6 alunni e 2 insegnanti

  • Studenti positivi al Covid 19, Miccichè chiude il "Politi" e Di Ventura il "Verga"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento