menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto archivio)

(foto archivio)

"Violenza sessuale", Cassazione conferma condanna per trentasettenne

L'uomo, che si è sempre proclamato innocente, è stato accusato di aver abusato, nel bagno di un pub, di una giovane inglese, all'epoca dei fatti non ancora maggiorenne

Si è presentato in carcere autonomamente, senza neanche attendere la notifica dell'ordinanza. E' Antonio Maniscalco, 37 anni, condannato a 5 anni di reclusione - sentenza confermata dalla Cassazione - per l'ipotesi di reato di violenza sessuale. 

L'uomo - che si è sempre proclamato innocente - è stato accusato di aver abusato, nel bagno di un pub, di una giovane inglese, all'epoca dei fatti non ancora maggiorenne. La notizia viene riportata dal Giornale di Sicilia. 

La vicenda risale all'ottobre del 2011. La ragazza ha denunciato l'accaduto alla polizia britannica, al ritorno nel suo Paese. La Procura di Sciacca, durante le indagini, ha pure disposto il sequestro del pub per compiere una serie di accertamenti, delegati ai carabinieri del Ris. Completati gli accertamenti il pub è stato dissequestrato. La difesa di Maniscalco ha sempre puntato sul fatto che, "come dimostrato dalla consulenza di un tossicologo, la giovane con quello che aveva bevuto poteva avere un tasso alcolemico da 0,86 a 1,20 e dunque non essere in stato di incapacità". Per i legali, sulla base di risultanze investigative, medico legali e tossicologiche, Maniscalco è estraneo ai fatti.

Dopo la conferma della Cassazione i legali di Maniscalco, gli avvocati Maurizio Gaudio e Giovanna Craparo, hanno di chiarato che le sentenze vanno rispettate, ma che "questo non vuol dire che esse siano tutte, sempre e indiscutibilmente giuste". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento