rotate-mobile
Sciacca Sciacca

Il Comune ha deciso: un mutuo di 100 mila euro per la videosorveglianza

Il vicesindaco: "La sicurezza deve essere un obiettivo primario e allora procederemo, in tempi molto brevi, con l’obiettivo di avere l’impianto funzionante, in alcune zone della città, a cominciare dagli ingressi, come ci viene sollecitato dalle forze di polizia, entro la prossima estate"

Il Comune di Sciacca farà un mutuo e si farà carico della video sorveglianza. La spesa prevista è di 100 mila euro. In questo modo i residenti nella località Fontana Calda, che hanno già raccolto 5 mila euro per l’impianto di videosorveglianza, dopo che la zona è stata presa di mira con furti e una rapina con sequestro di persona ai danni di due giovani coniugi, non dovranno impiegare questo denaro.

"La sicurezza deve essere un obiettivo primario – dice, al Giornale di Sicilia, il vice sindaco, Filippo Bellanca – e allora procederemo, in tempi molto brevi, attraverso il mutuo con l’obiettivo di avere l’impianto funzionante, in alcune zone della città, a cominciare dagli ingressi, come ci viene sollecitato dalle forze di polizia, entro la prossima estate".

"Siamo pronti a realizzare altro – dice, sempre al Giornale di Sicilia, il presidente del comitato di quartiere Fontana Calda, Accursio Piro – a cominciare da qualche punto luce che illumini la zona purtroppo ancora al buio". Aspettano da oltre due anni la realizzazione dell’impianto di videosorveglianza a Fontana Calda.

Lo scorso anno il Comune di Sciacca ha fatto collocare alcune telecamere, ma nel centro storico e in particolare in via Giuseppe Licata, in via Roma e in una zona del corso Vittorio Emanuele. Sono state un buon deterrente in una zona molto frequentata da giovani e hanno consentito anche di individuare gente che, durante la notte, abbandonava rifiuti per le strade del centro storico. A Fontana Calda, invece, nulla. La zona, distante qualche chilometro dal centro cittadino, è al buio e la gente non si sente sicura. Le forze dell’ordine hanno rafforzato i servizi, garantiscono la loro presenza, ma i residenti hanno voluto affidarsi anche a un servizio di vigilanza privato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune ha deciso: un mutuo di 100 mila euro per la videosorveglianza

AgrigentoNotizie è in caricamento