Venerdì, 30 Luglio 2021
Il deputato Matteo Mangiacavallo
Sciacca

Vendita dell'ex motel Agip, Mangiacavallo (Attiva Sicilia): "Il Comune si faccia avanti"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Dopo mesi di tentativi e di aste deserte, sembrerebbe delinearsi definitivamente la questione relativa alla vendita dell'ex Motel Agip e, di conseguenza, anche quella inerente alla liquidazione delle Terme di Sciacca Spa. 

Nel mese di ottobre la Terme di Sciacca Spa aveva emanato un avviso di consultazione preliminare di mercato per l’immobile ex Motel Agip al fine di sondare il mercato immobiliare, individuare eventuali potenziali interessati all’acquisto e, conseguentemente, esperire la procedura di vendita più appropriata. A quanto pare diversi soggetti privati hanno manifestato interesse verso l'immobile che dunque sarà oggetto di un nuovo bando che, molto probabilmente, sarà emanato la settimana prossima. Visto l'interesse manifestato, stavolta, l'ex Motel Agip potrebbe essere definitivamente ceduto e, di conseguenza, liquidati i debiti nei confronti di Comune di Sciacca e pochi altri fornitori.

Interviene sulla vicenda il deputato regionale Matteo Mangiacavallo.

“Non entro nel merito di qualsivoglia polemica sull'utilizzo futuro dell'ex Motel Agip – dichiara Matteo Mangiacavallo – ma cedere a terzi la possibilità di decidere le sorti di un immobile che, come saccensi, non possiamo che ritenere strategico, è un delitto verso la città tutta. Il privato che intende acquistarlo è libero di farci ciò che vuole, se attinente con la destinazione d'uso dell'immobile, ma è un errore politicamente grave che il pubblico non valuti le potenzialità dello stesso anche in ambiti diversi da quello legato al circuito termale”.

“Mi spiego meglio – continua il deputato saccense – ho sempre detto che chiudere la liquidazione delle Terme di Sciacca Spa doveva essere il primo obiettivo da raggiungere, anche per concludere la ricongiunzione di tutto il patrimonio verso la Regione Siciliana, e quindi con esso anche le stufe di San Calogero, ad oggi ancora in usufrutto alla società in liquidazione. Per fare ciò bisogna chiudere dapprima la partita debitoria con il Comune di Sciacca. Il Comune avrebbe già da tempo potuto accelerare l'iter acquisendo l'ex Motel Agip ma così non ha voluto fare”.

“Oggi c'è solo un modo per evitare che privati possano decidere il futuro di un immobile strategico per Sciacca, non solo per la posizione in cui è collocato, giusto all'ingresso della città, ma per quello che potrebbe rappresentare secondo la visione di amministratori illuminati – conclude Mangiacavallo – torno a dire che il Comune deve necessariamente farsi avanti. A prescindere se l'ex Motel Agip è funzionale o meno alle altre strutture termali, come asserisce qualcuno, io ritengo che sia importante, programmando un futuro adeguato per la nostra città, che quell'edificio un domani possa e debba rappresentare un centro funzionale ai servizi assicurati ai cittadini oltre che un buon biglietto da visita per chi intende venirci a trovare”.

MATTEO MANGIACAVALLO (ATTIVA SICILIA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita dell'ex motel Agip, Mangiacavallo (Attiva Sicilia): "Il Comune si faccia avanti"

AgrigentoNotizie è in caricamento