Sciacca

Sciacca, "tentò abuso sessuale": condannato un elettricista

Secondo l'accusa originariamente avanzata nei confronti di Lino Conticello, l'imputato avrebbe palpeggiato il minore nelle parti intime ed avrebbe provato a sbottonargli i pantaloni

Il tribunale di Sciacca

Avrebbe tentato di abusare sessualmente di un diciassettenne. I giudici del tribunale di Sciacca hanno condannato a sette mesi di reclusione Lino Conticello, 48 anni, elettricista, in carcere da alcuni mesi nell' ambito dell' inchiesta denominata "Pit bull".

I fatti al centro del processo sono del 15 settembre del 2014. Secondo l' accusa originariamente avanzata nei confronti di Conticello, l'imputato avrebbe palpeggiato il minore nelle parti intime ed avrebbe provato a sbottonargli i pantaloni. Si sarebbe però fermato per la ferma opposizione del minore. Conticello è stato condannato anche al risarcimento di 5 mila euro alla parte civile che si è costituita in giudizio.

La difesa dell'imputato, l' avvocato Liborio D' Anna, annuncia appello alla sentenza

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciacca, "tentò abuso sessuale": condannato un elettricista

AgrigentoNotizie è in caricamento