rotate-mobile
Sciacca

Strage di randagi, Marinello: "Sciacca e i suoi cittadini meritano rispetto"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

La morte per avvelenamento di trenta cani randagi in contrada Muciare è un fatto grave che meritala più ferma condanna da parte di tutti.
Ma l’atto vile e non giustificabiledi un individuo o di alcuni individui non può ripercuotersi così negativamente sull’intera comunità saccense conosciuta per la sua cultura, la sua capacità di rinnovarsi, il senso dell'accoglienza e del rispetto. Conosciuta per le sue bellezze e la sua storia e non certo per fatti di cronaca.

Come cittadino di Sciacca prima, parlamentare e Presidente della Commissione Ambiente al Senato poi, pur condannando il vile gesto non posso che stigmatizzaregli attacchi alla nostra comunità ove si arriva ad essere additati (se va bene) come popolo di assassini e incivili per lasciarsi andare ad esternazioni incontrollate che rasentano il delirio, da parte di presunte “persone civili” che non esitano ad augurare morte e devastazione ad una intera comunità.

Ci vuole rispetto, moderazione e non perdere mai il senso della misura che in questa occasione, con l’ausilio dei social è mancato.
E la città di Sciacca e i suoi cittadini meritano rispetto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di randagi, Marinello: "Sciacca e i suoi cittadini meritano rispetto"

AgrigentoNotizie è in caricamento