SciaccaNotizie

"Non sapeva che in casa sua vi fosse un giro di prostituzione", assolto 84enne

I giudici della Corte di appello cancellano la condanna a un anno di reclusione decisa in primo grado

Foto archivio

Assoluzione perchè il fatto non sussiste: i giudici della Corte di appello hanno cancellato la condanna a un anno di reclusione, decisa dai giudici del tribunale di Sciacca, nei confronti di un anziano - Giuseppe Lala, 84 anni - accusato di sfruttamento della prostituzione.

L'imputato era stato riconosciuto colpevole di avere sfruttato due squillo in un appartamento di sua proprietà. La difesa, affidata all'avvocato Antonino Augello, ha sostenuto che l'ottantenne non sapesse nulla di quanto accadeva in quella casa di via San Cataldo, a Sciacca, che si era limitato a cedere in affitto a una donna. 

Una tesi che non aveva convinto il procuratore generale, che aveva proposto la conferma della condanna, ma è stata, invece, recepita dai giudici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla statale 115: scontro fra auto e furgone, morta una 59enne di Licata

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Coronavirus, nuovo boom di contagi in provincia: ad Aragona muore ex sindaco, una vittima pure a S. Giovanni Gemini

  • Covid-19, il virus torna a tenere sotto scacco Canicattì: un morto e 35 nuovi positivi

  • Coronavirus, crescono i casi a Canicattì (+11), Ravanusa (+9), Campobello (+3), Racalmuto e Licata (+1): c'è anche un morto

  • Scoperto stabilimento dolciario abusivo, sequestrati generi alimentari scaduti e mal conservati: un arresto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento