SciaccaNotizie

Sciacca sarà "plastic free", si comincia a gennaio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Sciacca “plastic free”, libera dalla plastica. Dal primo gennaio 2020 scattano le ultime misure previste nell’ordinanza sindacale numero 9 del febbraio 2019. Il provvedimento detta precise “disposizioni alle attività commerciali, e non, per la minimizzazione dei rifiuti, l’incremento della raccolta differenziata e la riduzione dell’impatto ambientale, con divieto dell’uso e della conseguente commercializzazione di contenitori, di stoviglie monouso e altro materiale non biodegradabile”.

È quanto ricorda il sindaco Francesca Valenti invitando i destinatari ad attenersi alle misure previste nell’ordinanza di cui è possibile prendere visione nel link creato sull’homepage del sito internet istituzionale denominato “Sciacca plastic free”.  

DESTINATARI - Destinatari delle disposizioni che scatteranno il 1° gennaio 2020 sono “i titolari che esercitano sul territorio comunale le attività di ristorazione, quali bar, pub, birrerie, ristoranti, pizzerie, paninerie, take away, rosticcerie, friggitorie e attività similari aventi quale finalità la somministrazione di alimenti e bevande (inclusi gli stabilimenti balneari e i chioschi) nonché gli esercizi per i generi alimentari, quali supermercati, botteghe di vicinato, salumerie ecc. e ogni altro esercizio e centro vendita abilitato alla vendita di stoviglie per alimentari.

DISPOSIZIONI - I destinatari, sopra indicati, “dovranno esercitare agli acquirenti esclusivamente la vendita, la distribuzione, l’utilizzo e il consumo di ‘materiale monouso’ del tipo biodegradabile e/o compostabile, quale: posate, piatti, bicchieri, cannucce, mescolatori per bevande, aste per palloncini, bastoncini cotonati, cotton fioc.    

In occasione di feste pubbliche e sagre, i commercianti, i privati, le associazione, i comitati, gli enti, potranno distribuire al pubblico esclusivamente materiale monouso del tipo biodegradabile e/o compostabile.

L’ordinanza fa obbligo a tutti i residenti e o visitatori di utilizzare esclusivamente “materiale monouso” del tipo biodegradabile e/o compostabile (sacchetti da asporto, posate, piatti, bicchieri, coppe, coppette, ciotole, ciotoline ecc. 

L’1 aprile 2019 – si ricorda – era scattata la prima fase, con il divieto per gli esercenti le attività commerciali, artigianali e di somministrazione di alimenti e bevande, di distribuire ai clienti sacchetti da asporto monouso in materiale non biodegradabile.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento