SciaccaNotizie

Vietati falò e assembramenti, mascherine obbligatorie ovunque: ecco l'ordinanza per il Ferragosto

Il sindaco corre ai ripari ed emette un provvedimento che avrà validità da domani, per tre giorni

Il sindaco emette un'ordinanza per Ferragosto

Anche il sindaco Francesca Valenti corre ai ripari ed emette un'ordinanza per contenere il contagio del Coronavirus in occasione del Ferragosto. 

Le disposizioni transitorie saranno in vigore per i giorni 14, 15 e 16 anche in considerazione del fatto che, come da tradizione a Sciacca si festeggia con i falò la sera successiva.

Ecco cosa prevede l’Ordinanza, dal giorno 14 al 16 agosto:

1)      Il divieto assoluto di effettuare falò, bivacchi, assembramenti, trasporto di legna o elementi idonei alla combustione (con esclusione del trasporto legna per il rifornimento alle attività commerciali), su tutto il territorio comunale, comprese le aree demaniali;

2)      Obbligo di utilizzo di mascherine (a copertura delle vie respiratorie) al chiuso e all’aperto;

3)      L’Obbligo di vigilare all’interno dei locali e/o degli spazi confinati assegnati ai medesimi, sul rispetto delle misure di distanziamento sociale e comunque dei protocolli di sicurezza per come vigenti e aggiornati, ciascun esercizio non può ospitare oltre il 40 per cento dell’afflusso di pubblico normalmente autorizzato;

4)      L’obbligo, per gli esercizi che prevedono eventi/manifestazioni con presenza pubblica, che devono obbligatoriamente dare comunicazione entro le 48 ore precedenti al Comune e alla Prefettura;

5)      Il divieto, per attività commerciali in forma fissa e/o itinerante, sia su aree private che su aree pubbliche, di vendita di bevande alcoliche a decorrere dalle ore 2;

6)      Il divieto di diffondere musica a decorrere dalle ore 2;

7)      L’obbligo di assumere immediatamente ogni adeguata iniziativa di presidio e di sicurezza anti assembramento e/o anti contagio, all’interno dei locali e/o degli spazi confinati assegnati ai medesimi, nel caso si verificassero situazioni di compromissione delle condizioni di sicurezza, a qualsiasi titolo, anche per motivi legati al comportamento degli avventori nonché di segnalare immediatamente alle Forze di Polizia la necessità di un loro intervento;

8)      L’obbligo di assicurare la presenza permanente, in misura adeguata, di presidi igienico-sanitari e di appositi contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti, al fine di garantire la pulizia permanente dei locali e degli spazi a essi adiacenti.

Il sindaco ha inoltre inviato una direttiva al comandante della polizia municipale Francesco Calia. Sulla base dei provvedimenti adottati e delle decisioni del comitato per l’ordine e la sicurezza, presieduto dal prefetto di Agrigento, Valenti ha chiesto al dirigente Francesco Calia di incrementare ulteriormente nella giornata del 15 agosto, nelle ore serali e notturne, le misure di vigilanza e controllo del territorio. E' stata chiesta particolare attenzione al centro storico, ai litorali, ai luoghi di svago e villeggiatura, soprattutto per prevenire e contenere gli assembramenti, promuovere e verificare il rispetto delle regole del distanziamento sociale, anche con la predisposizione di presidi fissi e dinamici, che coinvolgano la Protezione civile comunale, la Guardia costiera Ausiliara, i vigili del fuoco in congedo e la Croce Rossa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

  • Incidente sulla statale 115: violento scontro frontale fra auto, due feriti in ospedale

  • Coronavirus, nel "valzer" di guarigioni e nuovi contagi c'è una nuova vittima: è un grottese

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento