rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Sciacca Sciacca

Stipendio in ritardo, i netturbini proclamano lo sciopero: sabato niente raccolta

È probabile che fino all’ultimo si cercherà una soluzione, magari con altri incontri, per evitare la protesta

Gli operatori ecologici, impegnati nella raccolta dei rifiuti a Sciacca, sabato 24 marzo incroceranno le braccia. A proclamare lo sciopero sono state le segreterie provinciali di settore della Cisl e della Uil con i rappresentanti Enzo Iacono e Nino Stella. I lavoratori devono riscuotere lo stipendio di febbraio.

"Ma al di là della mensilità di ritardo – dice Enzo Iacono, della Funzione pubblica Cgil – vogliamo sottolineare che, nonostante gli incontri al Comune, con tutte le parti in causa, la situazione non è migliorata per garantire il pagamento con puntualità delle spettanze ai lavoratori. Adesso sappiamo che la Srr ha accettato, per quanto riguarda la fatturazione, le richieste che erano state avanzate, ma se il Comune non versa con puntualità la rata mensile e la ditta, non ricevendo il pagamento, non anticipa le somme, il meccanismo si inceppa sempre a danno dei lavoratori. Questo deve finire e sabato ci sarà una giornata di sciopero anche per evitare che a Pasqua, a cui mancano ormai pochi giorni, i lavoratori arrivino con due mensilità di stipendio arretrate".

È probabile che fino all’ultimo si cercherà una soluzione, magari con altri incontri, per evitare la protesta che, al momento, comunque, è confermata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stipendio in ritardo, i netturbini proclamano lo sciopero: sabato niente raccolta

AgrigentoNotizie è in caricamento