Martedì, 28 Settembre 2021
Sciacca Sciacca

Recuperate altre carcasse: salgono a 17 i gatti trovati morti, aperta inchiesta

Ci vorranno due settimane per i risultati dell’esame autoptico e tossicologico sulle carcasse dei primi 11 gatti trovati morti. L’avvelenamento è un’ipotesi concreta

Sono salite a 17 le carcasse di gattini recuperate sempre in un cortile di via Cappuccini. Le ultime carcasse sono state viste oggi. Il Comune ha già disposto la bonifica dei luoghi. 

Strage di gatti in un cortile: 11 le carcasse recuperate 

Ci vorranno due settimane per i risultati dell’esame autoptico e tossicologico sulle carcasse dei primi 11 gatti trovati morti. L’avvelenamento è un’ipotesi concreta, ma il servizio Veterinario attende i risultati e anche i carabinieri della compagnia di Sciacca, intervenuti con un sopralluogo nella zona, aspettano che vengano completati gli accertamenti in fase di svolgimento a Palermo. L’ipotesi alternativa all’avvelenamento è quella di una forma di panleucopenia felina, una gastroenterite infettiva altamente contagiosa e fatale per i gattini giovani non vaccinati. Sulla vicenda sono intervenuti alcuni animalisti di Sciacca che chiedono si faccia la massima chiarezza sulla vicenda. In città è ancora vivo il ricordo dell’avvelenamento di 29 cani, in due fasi, lo scorso anno, nella contrada Muciare con indagini ancora in corso per risalire ai responsabili. Altri gatti, che facevano parte della stessa colonia felina, sono rimasti vivi. Di loro si occupa una famiglia di romeni che vive in quella zona della città. Sono stati loro a dare l’allarme e poi è intervenuto il servizio Veterinario. 

Avvelenati i cani randagi, aperta un'inchiesta sulla strage 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperate altre carcasse: salgono a 17 i gatti trovati morti, aperta inchiesta

AgrigentoNotizie è in caricamento