menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il cadavere impigliato nella rete da pesca, l'ispezione: migrante morto annegato

La Procura di Sciacca, con il sostituto Michele Marrone, non ha disposto l'autopsia

E' morto per annegamento e si trattava, visto che la salma era di un uomo di colore, di un migrante. Non c'erano, inoltre, lesioni sul cadavere dell'uomo trovato in mare, martedì scorso, a 25 miglia al largo di Sciacca, dal motopesca "Mamma Giovanna". E' emerso tutto questo dall'ispezione cadaverica eseguita dal medico legale Giacomo Ruggia. La Procura di Sciacca, con il sostituto Michele Marrone, non ha disposto l'autopsia.

La salma era in mare - stando a quanto è trapelato - da almeno un mese. Indossava abiti invernali. Il cadavere si trova ancora in camera mortuaria, ma nei prossimi giorni sarà tumulato nel cimitero di Sciacca. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento