rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Sciacca Sciacca

Piano regolatore e paesaggistico, gli architetti: "Serve un'accelerazione"

Il Prg è ancora fermo per l’integrazione di un documento utile al rilascio del nulla osta alla Vas. Mentre, lo Sportello unico delle attività produttive (Suap) funziona solo sulla carta

Va a rilento il progetto del piano regolatore generale di Sciacca. È quanto emerso da un incontro che l'Ordine degli Architetti della provincia di Agrigento ha avuto con i propri iscritti del territorio saccense. 

Il Prg è ancora fermo per l’integrazione di un documento utile al rilascio del nulla osta alla Vas. Mentre, lo Sportello unico delle attività produttive (Suap) - denunciano gli architetti - funziona solo sulla carta perché, di fatto, gli uffici comunali “preferiscono” di gran lunga la via cartacea, mentre lo Sportello unico per l’edilizia (Sue) ad oggi non funziona e solo di recente si è dotato di Pec.

“Sciacca ha grandi potenzialità turistiche ma non si conoscono le strategie sul rilancio urbanistico del centro storico – afferma Alfonso Cimino, presidente dell’Ordine degli Architetti della provincia di Agrigento – Non solo il Piano regolatore generale, a Sciacca mancano il Piano delle spiagge, gli sportelli Sue e Suap che, nonostante debbano essere istituiti per legge, di fatto non funzionano. Come se non bastasse, si riscontrano problemi organizzativi negli uffici tecnici comunali. L’Ordine professionale che rappresento, ha inviato un Vademecum sulla Legge 16 a tutti i sindaci dei Comuni agrigentini con l‘obiettivo di snellire le procedure burocratiche".

"Vorremmo che anche il Comune di Sciacca - prosegue Cimino - tenesse in considerazione il vademecum e si creasse un momento di confronto tra i funzionari dell’Ufficio tecnico e i colleghi architetti. La nostra è una figura che in questo momento denuncia grosse difficoltà nel campo lavorativo e non vorremmo che l’inerzia e la burocrazia dei Comuni dessero ai professionisti la 'mazzata' finale. Desideriamo che Sciacca, come gli altri Comuni, adotti una burocrazia snella e le strategie utili al decoro urbano, alla riqualificazione del centro storico e al restauro e alla valorizzazione dei beni monumentali”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano regolatore e paesaggistico, gli architetti: "Serve un'accelerazione"

AgrigentoNotizie è in caricamento