menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il pesce sequestrato dalla polizia marittima

Il pesce sequestrato dalla polizia marittima

Sciacca, sequestrati quasi duemila chili di pesce non tracciato

Durante un controllo all'interno di un furgone frigo, il prodotto ittico è stato trovato privo della prevista etichettatura

Sequestrato dalla polizia marittima della Guardia costiera di Sciacca un grosso quantitativo di pesce non tracciato. Si tratta, nello specifico, di 1.500 chili di pesce sciabola e 250 chili di gambero rosa.

Durante un controllo all'interno di un furgone frigo, il prodotto ittico è stato trovato privo della prevista etichettatura con le informazioni generali utili alla tracciabilità. 

Il pesce è stato sequestrato e dai controlli successivi è stata rintracciata la provenienza, risalendo al motopesca che non aveva provveduto, all’atto dello sbarco e della vendita del pescato, ad apporre l'etichettatura sulle cassette.

Sono state, dunque, elevate sanzioni sia al conducente del furgone che al comandante del motopesca per un importo complessivo di tremila euro. 

Il pesce sequestrato è stato ispezionato dal personale del distretto veterinario di Sciacca che ne ha dichiarato la commestibilità e, pertanto, verrà venduto secondo la normativa vigente. L’introito verrà incamerato dalle casse dello Stato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento