(foto ARCHIVIO)
Sciacca

Museo diffuso dei 5 sensi, 40 pacchetti "virtuali" per rilanciare il turismo dopo il Coronavirus

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il 2020 si è rivelato un anno particolarmente turbolento per la città di Sciacca e per l’Italia intera. Ma, nonostante l’emergenza sanitaria, economica e sociale provocata dal Covid-19, proprio a Sciacca una comunità ha continuato a costruire, a puntare sulle risorse e identità del proprio territorio per creare un turismo di qualità, sostenibile, emozionale.

“Proprio in questo periodo di emergenza sanitaria ed economica in cui è necessario fare squadra ed essere comunità – afferma la presidente della Cooperativa di Comunità di Sciacca Viviana Rizzuto – il Museo Diffuso ha lavorato con ancora più entusiasmo e passione alla costruzione di un futuro più responsabile e sostenibile, basato sulle relazioni tra le persone e il rispetto della natura e del territorio circostante”.

Da oggi, 22 aprile 2020, è disponibile il nuovo sito web del Museo Diffuso dei 5 sensi di Sciacca, arricchito e corredato dalla descrizione di più di 40 esperienze da poter vivere sul territorio tutto l’anno. “In coerenza con quanto affermato dal governatore Musumeci sul rilancio del Turismo in autunno – continua la Rizzuto “anche il Museo Diffuso di Sciacca intende puntare a recuperare le perdite nel settore turistico negli ultimi mesi dell’anno, lanciando l’immagine di una “Sciacca accogliente e sicura”, proponendo attività esperienziali nel pieno rispetto delle norme di igiene e sicurezza, in un luogo intriso di cosi tanta bellezza che merita di essere raccontata e condivisa. Un luogo, Sciacca,
che oggi ha tutte le condizioni per poter fare turismo anche in autunno e inverno". Una delle novità introdotte dal Museo Diffuso dei 5 Sensi è il porsi e presentare il turista come
“cittadino temporaneo” proprio perché egli verrà accolto come se fosse un amico e vivrà la quotidianità della gente del luogo, con tanto di “Carta d’Identità del Cittadino Temporaneo”. Cooperativa di Comunità Impresa Sociale “Identità & Bellezza” – Museo Diffuso dei 5 Sensi di Sciacca “Le strutture ricettive che hanno aderito al progetto sono pronte ad accogliere i viaggiatori in tutta sicurezza e con l’affettuosa ospitalità siciliana” – afferma il giornalista Emilio Casalini, membro del CDA della cooperativa di comunità che gestisce il Museo - I ristoranti, i bar e i pub della rete sono le vetrine del museo a cielo aperto dove poter gustare i prodotti genuini del territorio, gli artigiani sono i custodi di tradizioni e saperi antichi, e diventano strumenti della tradizione per dare forma alla creatività del turista attraverso le “esperienze del fare” direttamente nelle loro botteghe. Ed
infine, persino i commercianti della rete diventano cittadini che oltre a portare avanti la loro attività, sono pronti e formati per accogliere il cittadino temporaneo e condividere con lui Sciacca e la sua storia. Una comunità intera pronta ad accogliere".

“La nuova piattaforma esperienziale del Museo Diffuso dei 5 Sensi – conclude la Rizzuto – è un altro importante tassello per lo sviluppo sul territorio di un’Economia responsabile e sostenibile fondata sull’Identità e sulla Bellezza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Museo diffuso dei 5 sensi, 40 pacchetti "virtuali" per rilanciare il turismo dopo il Coronavirus

AgrigentoNotizie è in caricamento