menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lillo Ciaccio

Lillo Ciaccio

E' morto Lillo Ciaccio: aveva fondato la banca del cordone ombelicale

Il medico ematologo è spirato stamani, dopo una lunga malattia, a Palermo. Aveva vissuto un calvario giudiziario, uscendone a testa alta

Il medico ematologo Lillo Ciaccio, fondatore della banca del cordone ombelicale di Sciacca, è morto stamani, dopo una lunga malattia, a Palermo. Aveva 79 anni ed ha vissuto - uscendone a testa alta - un vero e proprio calvario giudiziario. Per otto lunghissimi anni si è difeso in tribunale dalle infamanti accuse di scorrette procedure di conservazione dei cordoni ombelicali, danno erariale, truffa, turbativa d'asta.

Quando è stato assolto, con sentenza definitiva, Ciaccio tornò a lavorare - come volontario - alla banca del cordone ombelicale che era finita sotto sequestro, ad opera della Guardia di finanza, nel 2007 e dalla quale era stato licenziato, in tronco, dall'azienda ospedaliera "Giovanni Paolo II".

I processi a carico di Ciaccio si sono conclusi tutti con dichiarazioni di non colpevolezza, assoluzioni piena, e il giudice del lavoro poi dichiarò ingiusto quel licenziamento, condannando l’Asp a sborsare 493 mila euro di risarcimento. Soldi che il medico ematologo donò alla ricerca scientifica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giornali on line più letti, la classifica della piattaforma Similarweb

Attualità

Solidarietà all'Arma dei carabinieri, bandiere a mezz'asta al Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento