rotate-mobile
Sciacca Sciacca

L'accusa del M5S: "Comune escluso dai fondi europei"

Il candidato sindaco Domenico Mistretta: "L'ente subirà anche la competizione dei comuni limitrofi che si avvarranno delle opportunità del Psr”

È polemica a Sciacca sui bandi europei. Gli attivisti e il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle, Domenico Mistretta, puntano il dito contro l'amministrazione uscente poiché il Comune - scrivono gli attivisti in una nota - "non solo non potrà avere accesso ai bandi, ma subirà anche la competizione dei comuni limitrofi che si avvarranno delle opportunità del Psr”.

"Le misure del Psr – continuano - sono rivolte a tutti i comuni siciliani in relazione alle aree rurali di riferimento; nella provincia di Agrigento tutti i comuni ricadono nelle macro-aree C e D (aree rurali intermedie o con problemi di sviluppo), a esclusione delle sole città di Sciacca e Agrigento. Tale circostanza permette ai primi di accedere in via esclusiva a molti bandi delle misure previste nel Psr e conseguentemente di avere garantite nuove e importanti opportunità di sviluppo”.

"Com’è possibile che solo Sciacca sia rimasta nella macro-area B? - si chiedono i 5 Stelle - Come mai molti comuni agrigentini, tra i quali Menfi e Ribera, sono riusciti a transitare dalla macro-area B a quella C? Quali battaglie hanno messo in campo i nostri amministratori per assicurare alle attività saccensi tutte le opportunità offerte dal Psr?”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'accusa del M5S: "Comune escluso dai fondi europei"

AgrigentoNotizie è in caricamento