menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato ittico di Sciacca, Di Prima: "Quando riapre?"

Il consigliere provinciale Ezio Di Prima con una nota inviata al sindaco di Sciacca Bono e all’assessore alla Pesca, chiede notizie sul mercato ittico ed in particolare su: "quanto fatto dalla Amministrazione nell’ultimo anno per individuare una soluzione al problema della sua riapertura. Si fa presente - scrive Di Prima - infatti, che circa un anno fa era stata fatta una riunione su iniziativa dell’Assessore Brunetto nella quale si era deciso di chiedere alle cooperative una disponibilità dei loro soci nel conferire il pescato nel mercato per poi incontrarsi nuovamente a dicembre del 2010 o a gennaio del corrente anno per decidere come proseguire. Ebbene - sottolinea Di Prima - da allora non è stato fatto più nulla se non, a quanto lo scrivente ha appreso per le vie brevi, la predisposizione di un bando per l’affidamento a terzi del mercato ittico senza che questo sia stato portato in discussione e dunque definito".

"Nel ricordarvi che sono già trascorsi due anni e mezzo dal Vostro insediamento - continua Di Prima - sembra che il cammino tracciato sia simile a quello delle precedenti amministrazioni e cioè dell’inconcludenza. Questo perché, nonostante in questi anni si sia parlato tanto e si siano fatte diverse riunioni, non si è addivenuti ad alcuna decisione o scelta operativa. E’ inutile ricordarvi l’importanza della riapertura del mercato ittico sia per gli armatori che per lo stesso Comune che potrebbe un pò alleviare le deficitarie finanze in questo periodo di grave crisi. Qualche tempo addietro il sindaco ha rilasciato un’intervista alla stampa nella quale diceva che i problemi della marineria li devono risolvere i Governi nazionale e regionale. Una domanda nasce spontanea - si chiede il consigliere provinciale Di Prima - chi deve risolvere il problema del mercato ittico chiuso? I Governi nazionale e regionale o il Comune di Sciacca? Sembra quasi un voler scaricare su altri responsabilità che sono, invece, proprie del Comune. E la permanenza del mercato ittico chiuso è una grossa responsabilità che è in capo alla Vostra amministrazione".

"Non si comprende, francamente, come mai su una problematica così importante - continua ancora Di Prima - la Vostra amministrazione si sia limitata solamente a qualche riunione, come detto prima inefficace ed inconcludente, avendo ricevuto, tra l’altro, da parte del sottoscritto, e ancor di più dalle cooperative di pesca, la massima collaborazione. E’ arrivato il momento di decidere se andare avanti seriamente o se dire al comparto della marineria che il mercato ittico si vuole tenere chiuso. A voi la decisione. Il sottoscritto - conclude Di Prima -  è come sempre a Vostra disposizione per collaborarvi con quanto vorrete fare, ma ci si augura che qualcosa si muova. Altrimenti lo scrivente sarà il primo a dire che anche l’Amministrazione Bono su tale argomento non è stata capace come le precedenti amministrazioni e che nulla è cambiato rispetto al passato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento