menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le preoccupazioni di "Api" sull'amministrazione Bono

Le preoccupazioni di "Api" sull'amministrazione Bono

Le preoccupazioni di "Api" sull'amministrazione Bono

Api Sciacca: "La Città deve essere governata con saggezza e grande senso di responsabilità"

L'Api di Sciacca interviene sulle recenti vicende politico-amministrative e sugli assetti della Amministrazione Bono. "Le recenti dichiarazioni rilasciate da autorevoli esponenti della maggioranza che sorregge Bono, oltre a gettare un velo di inquietudine e di preoccupazione, rispetto alla prosecuzione dell'attuale consiliatura - si legge nella nota Api - impongono un ulteriore supplemento di riflessione, con riferimento alle scelte da adottare ed alle posizioni da assumere, nell'interesse esclusivo di una Città che deve essere governata con saggezza e grande senso di responsabilità e che non può permettersi il lusso di pericolosi vuoti di governo, causati dal permenere di un perenne clima di scontro e di conflittualità. Noi - continua la nota Api - riteniamo che in politica ogni legittima ambizione, laddove rientri nell'ambito di una sana competizione fra forze politiche, vada salutata con favore, in quanto manifesta il desiderio di crescere e di fare sempre di più e meglio. Ma - incalza il coordinamento cittadino di Api - nessuna rivendicazione, nessuna aspettattiva può giustificare l'assunzione di condotte e di atteggiamenti potenzialmente dannosi per una comunità che oggi soffre maledettamente i morsi di una dramamtica crisi internazionale e che avrebbe estrema necessità  di avere garantito un governo cittadino unito, coeso ed autorevole nell'assumere decisionmi  coraggiose e per erti versi impopolari. E'assolutamente necessario - continua la nota - che quanti rivestono a Sciacca ruoli di responsabilità istituzionali, prendano definitivamente atto della drammaticità del momento che vive la nostra Città ed assumere un contegno che sia adeguato al supremo interesse della comunità".

"Di tutto Sciacca ha bisogno, fuorchè del permanere di questo clima di perenne e costante guerriglia armata fra le due parti. Per quanto ci riguarda - si ribadisce la nota - da diverso tempo continuiamo a sostenere che è venuo il momento di sotterrare le asce di guerra e lavorare insieme per individuare un percorso di governo, qaunto più unitario e condivo possibile, di risanamento dei conti ed insieme di rilancio dlle condizioni dociali, occupazionale ed economiche in cui versa la nostra comunità. Alleanza per l'Italia ha fino ad ora difeso e continuerà a difendere strenuamente l'unità e l'integrità della coalizione di forze che ha prevalso ne giugno 2009 e che da allora ha amministrato Sciacca. Vito Bono è diventato sindaco di Sciacca perchè sostenuto da una alleanza di forze del terzo Polo ed il Pd, anticipando  quanto di li a poco sarebbe accaduto a Palermo. Rispetto a quello scenario  non possono esserci mutazioni di  alcun genere. Vanno ricercate tutte le soluzioni utili per salvaguardare quel progetto e quella alleanza così come è, senza che siano ammesse furberie o scorciatoie di sorta. Se ciò non fosse reso più possibile dall'evolversi della situazione, a questo punto Api - conclude la nota - non potrà che prenderne atto e, con il medesimo senso di responsabilità finora dimostrato, proporrà alla Città una soluzione che sia conseguente alla gravità del momento e che corrisponda unicamente ai bisogni dei saccensi, sempre più distanti da una certa parte della classe politica, che ormai parla di tutto fuorchè dei veri, reali bisogni della Città".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento