menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Campi allagati (foto d'archivio)

Campi allagati (foto d'archivio)

Azienda danneggiata per l'alluvione, il Comune paga 36 mila euro ai titolari

Nel novembre del 2003 lo straripamento del torrente Bagni mise in ginocchio la società dei fratelli Antonino e Luigi di Matteo. Adesso l'ente ha deciso di risarcirli

Lo straripamento del torrente Bagni danneggiò la loro azienda nel novembre del 2003, e adesso il Comune di Sciacca ha deciso di pagare 36 mila euro ai titolari, i fratelli Antonino e Luigi di Matteo. Per la transazione - si legge sul Giornale di Sicilia -  si riserva di rivalersi sulla Regione, ma, intanto, ha deciso di sottoscrivere l’accordo con i Di Matteo. 

"Il Tribunale Regionale per le Acque Pubbliche della Sicilia - scrive il quotidiano - ha condannato, nel 2008, il Comune e l’assessorato regionale ai Lavori Pubblici a pagare, in solido, ai Di Matteo, 23.700 euro oltre agli interessi a decorrere dalla data di valutazione. Il Tribunale Superiore per le Acque Pubbliche ha poi rigettato l’appello della Regione e quelli incidentali del Comune e dei Di Matteo. Questi ultimi, con atto di precetto, hanno intimato al Comune di pagare 40 mila euro oltre agli interessi legali e alla rivalutazione sulla sorte capitale. La transazione obbliga il Comune a pagare 36.715 euro, salvo rivalsa nei confronti della Regione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento