rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Sciacca Sciacca

Operazione "Street food", confermate tutte le misure cautelari

Si è avvalso della facolta di non rispondere, Giuseppe Sanzone, personaggio chiave della vicenda

Operazione “Street Food”, confermate tutte le misure cautelari. Restano in carcere Giuseppe Sanzone e Daniele Tabbone. Domiciliari per Giulia Nigrelli 21 anni, Calogero Friscia 23 anni e Giovanni Pilo di 22 anni, tutti di Menfi. Arresti domiciliari anche per Emeanuele Gambino di Sciacca.

Il giudice per le indagini preliminari di Sciacca, Rosario Di Gioia, conferma di fatto tutte quante le misure cautelari. La decisione è stata presa in seguito agli interrogatori di garanzia. Secondo quanto riferisce l’edizione odierna del Giornale di Sicilia, Giuseppe Sanzone si è avvalso della facoltà di non rispondere, è lui il personaggio chiave della vicenda.

Perno della rete di spaccio, proveniente da Palermo e smerciata tra Menfi, Santa Margherita di Belice, Montevago e Poggio Reale. Bocca cucita per Sanzone che è assisto dall’avvocato Gagliano. Ha parlato invece Tabbone, assisgtito dal legale Giardina. Giulia Nigrelli moglie di Tabbona avrebbe ammesso di essere a conoscenza di qualcosa, Giovanni Pilo invece, avrebbe soltanto parlato di consumo personale. Non Non ha parlato Calogero Friscia, difeso dal legale Alongi. “Non è affatto chiaro – ha dichiato l’avvocato -  anzi non è Friscia la persona alla quale si fa riferimento. Lui non ha nulla a che vedere con tutto questo”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione "Street food", confermate tutte le misure cautelari

AgrigentoNotizie è in caricamento