menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della commemorazione

Un momento della commemorazione

Sciacca ricorda l'omicidio di Giovanni Fazio, il sindaco: "Un esempio per tutti"

Due momenti commemorativi: una messa in suffragio in Chiesa Madre e la cerimonia all’ingresso del comando della polizia municipale

È il giorno del ricordo di Giovanni Fazio a Sciacca, l'agente della polizia municipale, nativo di Sciacca, ucciso vent'anni fa a Palma di Montechiaro per motivi ancora sconosciuti.

"Un esempio per tutti il concittadino Giovanni Fazio, - ha detto il sindaco Francesca Valenti - ligio al dovere, vittima del servizio; un esempio per tutti anche i familiari che, con dignità e sempre rispettosi delle Istituzioni, hanno affrontato l’inconsolabile dolore della tragedia".

Il sindaco e il presidente del Consiglio comunale Pasquale Montalbano hanno voluto oggi promuovere due momenti commemorativi. Una messa in suffragio è stata officiata in Chiesa Madre dall’arciprete don Carmelo Lo Bue che venti anni fa svolgeva la propria missione sacerdotale proprio a Palma di Montechiaro, nella chiesa attigua al comando della polizia ìmunicipale. Don Carmelo Lo Bue ha ricordato l’alba dopo l’omicidio e quel vigile urbano che vedeva la mattina in fondo alla sua chiesa raccogliersi in preghiera prima di andare a lavorare. A seguire la messa in suffragio nella Basilica di Sciacca, autorità, rappresentanti delle forze dell’ordine, della magistratura e delle associazioni in armi, i colleghi della polizia municipale di Sciacca anche quelli in pensione, assessori, consiglieri comunali, i familiari di Giovanni Fazio: la moglie Antonella Montalbano, il figlio Michele, la sorella Pina, il cognato, la nipote, gli amici. 

Ha chiuso la giornata del ricordo una cerimonia all’ingresso del comando della polizia municipale in via Figuli, presso l’ex Motel Agip. Una corona di fiori è stata deposta sotto la targa realizzata qualche anno fa in occasione dell’intestazione del comando saccense proprio a Giovanni Fazio. Dopo un momento di raccoglimento, di preghiera e di benedizione dell’arciprete, sono seguiti gli interventi di Antonella Montalbano e del sindaco Francesca Valenti. È stato ricordato il compagno, l’uomo, il padre, il servitore dello Stato, una figura esemplare in tutti i sensi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento