rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Sciacca Sciacca

Randagi avvelenati, adesso è emergenza: il sindaco pensa ad un canile

Francesca Valenti:"Il randagismo è ormai una piaga sociale, un problema di incolumità e di sicurezza, ma siamo stati lasciati soli"

Cani avvelenati a Sciacca, adesso è emergenza. Sabato scorso lungo la via del Sacro Cuore è stato avvelenato un cane, la certezza sulla natura del morte è arrivata grazia agli esami dell’istituto Zooprofilattico di Palermo. Il cane è stato avvelenato. Il servizio veterinario dell’Asp ipotizza su un veleno a base di insetticida. Altri due cani che si trovavano nella stessa zona hanno ingerito lo stesso veleno, ma sono stati prontamente salvati. E’ un fenomeno che non accenna fermarsi, ed il sindaco Valenti fa sapere che vorrebbe realizzare anche un canile.

"Il randagismo è ormai una piaga sociale, un problema di incolumità e di sicurezza, ma siamo stati lasciati soli – ha detto il sindaco – e adesso vorremmo utilizzare le poche risorse delle quali disponiamo per la realizzazione di un canile comunale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Randagi avvelenati, adesso è emergenza: il sindaco pensa ad un canile

AgrigentoNotizie è in caricamento