rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Sciacca Sciacca

Caldo estremo e danni al comparto agricolo, chiesto lo stato di calamità: come fare per ottenere gli aiuti

La giunta comunale ha deliberato la richiesta dopo che le alte temperature, con punte di 44 gradi, hanno messo in ginocchio l’intero settore

Il caldo estremo ha messo a dura prova il settore agricolo saccense. Per questo la giunta comunale ha deliberato la richiesta dello stato di calamità naturale dopo che le temperature hanno raggiunto picchi di 44 gradi provocando danni importanti a tutto il comparto.

È quanto rendono noto il sindaco Fabio Termine e l’assessore all’agricoltura Francesco Dimino. ”Il Comune di Sciacca - si legge in una nota - chiederà alla Regione siciliana e a tutte le autorità competenti lo stanziamento di fondi e risorse per attuare misure di sostegno alle imprese agricole danneggiate dalle avverse ed eccezionali condizioni meteorologiche al fine di mitigare gli effetti negativi sulla produzione e sostenere così l’economia locale di cui l’agricoltura è uno dei settori chiave e rappresenta una fonte vitale di reddito per molte famiglie.

A seguito della deliberazione della giunta comunale, le imprese agricole colpite possono segnalare i danni subìti (anche dalla peronospera della vite causata dalle piogge di maggio e giugno) da inviare all’Ispettorato provinciale agricoltura territorialmente competente, anche tramite le condotte agrarie.

La segnalazione può essere fatta per tutte le colture che hanno subito danni dagli eventi calamitosi sopra descritti.  

Un avviso alle imprese agricole è stato pubblicato sul sito internet istituzionale del Comune di Sciacca con allegato il modulo per la segnalazione dei danni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo estremo e danni al comparto agricolo, chiesto lo stato di calamità: come fare per ottenere gli aiuti

AgrigentoNotizie è in caricamento