menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti, si amplia l’area del centro storico per la raccolta "porta a porta"

Ne danno notizia il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore all’Ecologia Gaetano Cognata

Emessa oggi l’ordinanza che amplia la zona del centro storico di Sciacca per il servizio “porta a porta” di raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani. Ne danno notizia il sindaco Fabrizio Di Paola e l’assessore all’Ecologia Gaetano Cognata.  

La zona ricade all’interno delle seguenti piazze e strade e a quelle interne alle stesse arterie: piazza Saverio Friscia, via Licata, via perollo, piazza San Nicolò, via Conte Luna, via Porta San Calogero, via Giuseppe Mazzini (fino al civico 80), via Kronio, via Morandi, Piazza Marconi, via Conzo, Piazza Carmine, via Incisa, vicolo Cavalleggeri, piazza Rossi, corso Vittorio Emanuele (compreso quartiere dei Marinai).  

"Col provvedimento, - si legge in una nota - si comunica ai cittadini che nelle suddette aree a partire dal prossimo 26 settembre 2016 verrà eseguita la raccolta differenziata porta a porta per la selezione delle seguenti tipologie di rifiuto: umido differenziato; secco multimateriale differenziato; secco residuale".

"La raccolta - prosegue la nota - sarà eseguita secondo il seguente eco-calendario, lunedì, giovedì e sabato: raccolta del rifiuto umido differenziato (scarti alimentari, scarti di cucina, avanzi di cibo, scarti di frutta e verdura ecc.), contenuto in sacchetti compostabili a norma; mercoledì e venerdì: raccolta del rifiuto secco multimateriale (vetro, plastica, lattine, carta, cartone ecc.) contenuto in sacchetti chiari e trasparenti; martedì: raccolta del secco residuale (giocattoli rotti, cd/dvd, oggetti di gomma, spugne, pannoloni e assorbenti ecc.) contenuto in sacchetti grigi, anche quelli della spesa".

"I rifiuti - conclude la nota - dovranno essere esposti davanti alla propria abitazione, nelle giornate previste dalla raccolta, dalle ore 21 alle ore 6 del mattino servendosi esclusivamente degli appositi sacchetti opportunamente chiusi e annodati, contenuti nelle biopattumiere o nei contenitori carrellati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento