Domenica, 17 Ottobre 2021
Sciacca Sciacca

Sciacca, manca il rendiconto: il consiglio rischia lo scioglimento

Il commissario regionale ha concesso ai consiglieri 30 giorni di tempo per votare lo strumento finanziario. L'assise si riunirà domani sera

Il consiglio comunale di Sciacca non ha ancora approvato il rendiconto del 2015, perciò rischia lo scioglimento.

Certo, difficilmente si arriverà a questa soluzione drastica, ma il commissario nominato dalla Regione è stato chiaro: se entro 30 giorni lo strumento finanziario non sarà approvato, l’assise verrà sciolta.

Il presidente Calogero Bono ha convocato il consiglio comunale per domani sera, ed all’ordine del giorno c’è, proprio, il rendiconto del 2015. Bono ha rivolto a tutti i componenti l’assise, maggioranza ed opposizione, un invito alla responsabilità. I

l commissario regionale si è insediato al Comune il 6 luglio scorso ed ha concesso alla commissione consiliare 20 giorni per esaminare il rendiconto di gestione del 2015 e proporlo al voto dei consiglieri. Da domani sera il consesso della città termale ha 30 giorni di tempo per il voto, pena lo scioglimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciacca, manca il rendiconto: il consiglio rischia lo scioglimento

AgrigentoNotizie è in caricamento