Raffadali

L'Altra Raffadali critica l'immobilismo dell'amministrazione comunale

"L’amministrazione non ha risposto alle domande che nella riunione del gennaio scorso i commercianti hanno posto sulla Tares".

L'Altra Raffadali

Dura presa di posizione dell'associazione "L'Altra Raffadali" che in un comunicato (che noi pubblichiamo integralmente) accusa l'attuale amministrazione comunale di non aver dato le risposte che i cittadini raffadalesi aspettavano. Questo il testo diffuso:

Mentre “dentro il palazzo” ancora  si discute, Raffadali brucia!

Il comitato spontaneo e apartitico del movimento l’altra Raffadali, con grande amarezza prende atto del silenzio dell’amministrazione sulle battaglie civiche da noi portate avanti.

L’amministrazione non ha risposto alle domande che nella riunione del gennaio scorso i  commercianti hanno posto sulla Tares, non ha preso iniziative di una certa serietà e importanza sulla riqualificazione del nostro centro storico, che nel frattempo cade a pezzi, tutto tace sugli interventi urgenti da realizzare in materia di edilizia scolastica e poi ancora tutto tace sull’ampliamento del  cimitero comunale, la frana di contrada Signore, le nostre care palme che stanno morendo e tanto altro che ancora si potrebbe elencare.

E però tra la gente di Raffadali si mormora di nuovi assessori che il sindaco Giacomo Di Benedetto, a breve andrà a nominare e di assessori che presto saranno già degli ex del sindaco del “non fare”.

Sembra proprio che l’UDC entrerà nel governo della città e che il baricentro di questa amministrazione si sposterà ancora di più verso il centro-destra.

Ma a tale proposito la casa del Popolo di Raffadali, con a capo il compagno e condottiero Filippo Plano, che cosa ne pensa? 

E poi ancora, se il ricorso sulle scorse elezioni amministrative dovesse avere esito positivo per i ricorrenti, che fine farebbe questa amministrazione comunale?

L’altra Raffadali si tira fuori dagli “inciuci” di questo vecchio modo di fare politica e chiama alle armi tutte le associazioni, i sindacati, le donne e gli uomini di buona volontà per  lavorare al rilancio delle sorti della nostra Raffadali, anche attraverso una mobilitazione in piazza e uno sciopero generale da organizzare nelle prossime settimane.

Infatti mentre tutti loro, sindaco, assessori, vecchi e pseudo-futuri discutono, Raffadali sprofonda nel pessimismo e nella crisi economica più nera.

Noi non ci stiamo e vogliamo cambiare Raffadali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Altra Raffadali critica l'immobilismo dell'amministrazione comunale

AgrigentoNotizie è in caricamento