menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Rifiuti (Safo)

Rifiuti (Safo)

Ingombranti abbandonati, Galvano: Stiamo bonificando, ma continua la repressione

Ricordiamo ancora una volta che è attivo il servizio, tramite appuntamento, per il ritiro direttamente a casa del materiale ingombrante da smaltire, basta contattare i numeri: “800704444” oppure – “0922636088”

Impegno su due fronti quello dell’assessore Salvatore Galvano che da un lato, dopo aver individuato le zone che necessitano di una bonifica, sta provvedendo a rimuovere i materiali abbandonati. Dall’altro, di concerto con tutta l’amministrazione comunale, sta intensificando i controlli e a breve saranno notificate altre multe dopo quelle dei giorni scorsi.

Non riusciamo a comprendere – afferma l’assessore Galvano – perché ci sia gente che si ostina ancora ad abbandonare rifiuti ingombranti nelle strade di campagna e in periferia. Stiamo provvedendo a bonificare la zona di contrada Safo, dove abbiamo trovato di tutto: elettrodomestici, sanitari, mobili e materiale inerte.

Sarebbe molto più semplice, una volta caricato il frigorifero o la lavatrice da smaltire, recarsi presso il nostro centro comunale di raccolta, depositare il rifiuto ingombrante e non correre il rischio di venire pesantemente sanzionati.

Per chi non avesse la possibilità di recarsi al CCR, ricordiamo ancora una volta che è attivo il servizio, tramite appuntamento, per il ritiro direttamente a casa propria del materiale ingombrante da smaltire.

Basta contattare i numeri: “800704444” oppure – “0922636088”, stabilire l’ora e il giorno del ritiro ed evitare spiacevoli inconvenienti.

Voglio avvisare ancora – ha aggiunto Galvano – che come aveva già annunciato il sindaco Silvio Cuffaro nei giorni scorsi la lotta agli incivili sarà senza sconti. Ci sono già in giro telecamere mobili e molte zone anche in periferia e nelle campagne sono monitorate e i trasgressori saranno puniti secondo legge.

I costi per bonificare un’area sono elevati e sono a carico della collettività, tutti dobbiamo quindi collaborare e segnalare e documentare eventuali trasgressori, anche in forma anonima.

Se costoro – ha concluso l’assessore -  non si sentono in imbarazzo nell’inquinare e deturpare il nostro territorio, facendo gravare i costi sulla comunità, neanche noi dobbiamo farci scrupolo di denunciare questi incivili”.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento