Raffadali Via Nazionale, 111

Calcio, il Raffadali (4-2 ai Delfini) promosso in eccellenza

Gli ospiti hanno provato a rovinare la festa ma la squadra di Falsone, ancora una volta, ha dimostrato di essere la più forte

Raffadali in eccellenza

Eccellenza doveva essere e così è stato.

Doveva anche essere la festa di Gero Iannello che presto sposerà la sua Samantha e diventerà anche papà.

E a lui è toccato realizzare il gol della vittoria a pochi minuti dalla fine e andare a festeggiare sotto la tribuna col pallone sotto la maglia.

Nemmeno il più abile degli sceneggiatori avrebbe pensato a una trama così fantasiosa.

È stata partita vera, il Raffadali passato in vantaggio dopo cento secondi con Tarantino ha pensato, forse troppo presto, di aver chiuso la pratica.

Ma così non è stato, gli ospiti sono stati sempre in partita soffrendo in difesa, senza rinunciare a organizzare qualche sortita in avanti.

C’è da dire che il Raffadali ha dominato il match colpendo tre legni con Argento, Clemente e Martino, fallendo anche innumerevoli occasioni, ma ha avuto il torto di non chiudere il match.

Nella ripresa è arrivato così, quasi inevitabile, il pareggio di Graziano su azione in contropiede.

Un po’ di paura per tutti ma Tarantino al 75’ riporta avanti i suoi con un destro che supera il portiere proteso in uscita.

Sembra fatta ma all’80 arriva il gol- beffa degli ospiti con Giuseppe Cipolla che devia nella sua rete un cross da sinistra.

Cala il silenzio nello stadio ma, come nei film a lieto fine, è il protagonista che salva la patria.

All’82’ Iannello, appostato al limite dell’area intercetta un rinvio, controlla e tira e tutti già sanno dove finirà il pallone.

È l’apoteosi: lo va a raccogliere, lo infila sotto la maglia e corre sotto la tribuna dalla sua Samantha.

Molti piangono, i compagni lo sommergono, anche lui si emoziona e per poco non sviene.

È il finale che tutti speravano e che lui forse aveva sognato.

La partita praticamente finisce qui. Altri dieci minuti di tensione per la paura di un nuovo pareggio degli ospiti ma ci pensa Clemente al 93’ a dare il via ai festeggiamenti con un gol capolavoro: doppio dribbling in area e tiro dalla linea di fondo che beffa il bravo Muratore.

Il fischio finale scatena la gioia in campo e in tribuna e il Raffadali dopo un solo anno in promozione ritorna in eccellenza dopo aver dominato l’intera stagione sin dall’inizio. Giochi d’artificio, coriandoli e ballerine a fare da cornice alla festa di Iannello e del Raffadali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, il Raffadali (4-2 ai Delfini) promosso in eccellenza

AgrigentoNotizie è in caricamento