Raffadali Via Nazionale, 99

Raffadali, il vicesindaco Iacono Manno: "Pronti a ripartire"

Seppur ancora scossa dal terribile evento, la giunta comunale al completo, si è detta pronta e decisa a completare il lavoro intrapreso da Giacomo Di Benedetto

Mirella Iacono Manno e Rosario Crocetta

A soli tre giorni dalla scomparsa del sindaco di Raffadali, Giacomo Di Benedetto e all’indomani del suo funerale che ha visto la presenza di migliaia di cittadini increduli, la comunità raffadalese è tuttora attonita.

Ancor di più i componenti della giunta comunale che in questi mesi, dalla sua elezione, lo hanno collaborato, imparando ad apprezzare le sue qualità.

Stamani - ci hanno detto gli assessori, con in testa il vicesindaco Mirella Iacono Manno – quando siamo saliti in municipio ci tremavano le gambe e nessuno è riuscito ancora una volta  a trattenere le lacrime.

Ci siamo riuniti per sbrigare le prime incombenze necessarie, come quella di comunicare ufficialmente la perdita del nostro sindaco, ma nessuno di noi ha avuto il coraggio di sedersi sulla sedia di Giacomo.

Per noi è stato un padre, un fratello, un amico e soprattutto una guida, da lui abbiamo appreso tantissimo.

Non soltanto per i tanti consigli e i suggerimenti di cui era prodigo nei nostri confronti, ma soprattutto dai suoi comportamenti e dai suoi edificanti esempi”.

Tutti gli assessori hanno voluto poi raccontarci un episodio, un momento della loro vita che riguardasse il rapporto con Giacomo Di Benedetto.

E per tutti la certezza che la dipartita del sindaco lascerà in ognuno un vuoto incolmabile che col tempo molti altri avvertiranno.

Nelle prossime ore ci sarà una riunione della giunta comunale con i consiglieri di maggioranza per programmare, di comune accordo, l’immediato futuro.

“Purtroppo – hanno continuato all’unisono i componenti della giunta – la legge, da ora in avanti, non ci consente ampi margini di manovra, vincolati, come siamo, a decidere soltanto sull’ordinario, senza la possibilità di poter lavorare su nuove deliberazioni.

Lo avremmo voluto per completare il lavoro intrapreso da Giacomo, per onorarne fino in fondo la memoria.

Possiamo comunque affermare con forza e decisione che, per tutto ciò che è nelle nostre facoltà decisionali e nei nostri poteri deliberativi, sempre nel rispetto della legge, continueremo uniti e compatti a svolgere il lavoro e la traccia che Giacomo ci aveva segnato.

Lo dobbiamo soprattutto a lui, ma anche a noi stessi e a tutti i cittadini di Raffadali che forse, a posteriori, riusciranno ad apprezzare a pieno le qualità del nostro sindaco”.

Fra i tanti progetti “in fieri”, l’assessore allo spettacolo Maria Bruno, ci ha mostrato come l’organizzazione dell’Estate Raffadalese 2014, fosse già in dirittura d’arrivo, grazie al lavoro quotidiano svolto per mesi assieme al sindaco.

“Non sappiamo cosa potremo organizzare, ma certamente ci proveremo con tutte le nostre forze, le nostre capacità e competenze”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffadali, il vicesindaco Iacono Manno: "Pronti a ripartire"

AgrigentoNotizie è in caricamento