menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nino Spoto

Nino Spoto

Raffadali, l'ex caserma dei carabinieri potrebbe presto ospitare una mensa della solidarietà

L'iniziativa è della commissione provinciale immigrazione ed emergenze territoriali. La mensa è destinata ad accogliere le fasce di popolazione meno abbienti del comprensorio, annettendo anche i comuni di Joppolo Giancaxio e Santa Elisabetta

Anche a Raffadali potrebbe nascere, a breve, una mensa della solidarietà destinata ad accogliere le fasce di popolazione meno abbienti del comprensorio, annettendo anche i comuni di Joppolo Giancaxio e Santa Elisabetta.

L’iniziativa è della commissione provinciale immigrazione ed emergenze territoriali, presieduta dal consigliere Gioacchino Zarbo, e che vede al suo interno, come componente, il consigliere raffadalese, Nino Spoto, tra i promotori della proposta.

La commissione sarà in visita giovedì 15 novembre, a Raffadali, per visionare i locali dell’ex caserma dei Carabinieri, di proprietà della provincia di Agrigento, locali che potrebbero ospitare la nascente mensa della solidarietà.

“Il progetto – ci ha spiegato il consigliere Spoto – è già ben avviato, avendo posto delle solide basi in fase di preparazione. Siamo in cerca di locali idonei, e quelli dell’ex caserma potrebbero fare al caso nostro, da adibire a sala cucina, sala mensa, sala d’aspetto e servizi. Gli attrezzi della cucina – ha aggiunto Spoto - e tutte le varie suppellettili necessarie, saranno fornite da alcune fondazioni private che già si sono dichiarate disponibili, mentre a gestire il tutto potrebbe essere la Croce Rossa Italiana. Il Banco alimentare regionale, assieme ad eventuali benefattori, forniranno le derrate, mentre il personale sarà esclusivamente formato da volontari.

In occasione della visita a Raffadali – ha concluso il consigliere provinciale Nino Spoto – incontreremo anche il sindaco Giacomo Di Benedetto per capire se il comune ha a disposizione eventuali altri locali, ed incontreremo anche la dirigente dei servizi sociali, la dottoressa Viviana Panarisi, il cui ufficio avrà un ruolo importante nella gestione della mensa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento