Martedì, 18 Maggio 2021
Raffadali

Anche il consigliere Vinti si iscrive al club dei "senza risposta"

Il consigliere Vinti lamenta pubblicamente la mancanza di riguardo e di considerazione nei confronti dei consiglieri comunali, da parte dell’attuale maggioranza amministrativa.

Giovanna Vinti

Dopo le accuse del consigliere Librici, anche il consigliere Vinti lamenta pubblicamente la mancanza di riguardo e di considerazione nei confronti dei consiglieri comunali, da parte dell’attuale maggioranza amministrativa.

Giovanna Vinti commenta però di avere “assunto” un difensore d’eccezione che certamente avrà una risposta.

Vinti, infatti, ha citato un’interrogazione dell’attuale sindaco Di Benedetto che quattro anni addietro presentò un’interrogazione per un caso del tutto analogo, prendendo, allora, le difese di alcuni consiglieri comunali di Grotte che attendevano altre risposte dalla loro amministrazione.

Di Benedetto avrà ora quindi l’agevole compito di rispondere a se stesso.

Questa la nota inviata dal consigliere Vinti:

Come consigliere comunale – afferma Giovanna Vinti – manifesto il mio sostegno al consigliere Librici per l’ormai reiterata mancanza di rispetto del ruolo del consigliere comunale da parte dell’attuale maggioranza, che lede la preminente attività di conoscenza e controllo delle minoranze consiliari, e pregiudica, in maniera del tutto arbitraria, il potere di controllo della stessa minoranza consiliare e di conseguenza dell'intera cittadinanza.

Per non riprendere situazioni pregresse, attenendomi solo alle ultime azioni intraprese, ad oggi, ancora sto aspettando la risposta alla mia interrogazione del 20 dicembre 2013 relativa alle somme in più che sono state fatte pagare dai cittadini con la Tarsu 2012 e non ancora restituite.

Detta interrogazione era diretta oltre al Sindaco anche  al Revisore dei Conti. Ad oggi nessuna risposta da entrambi gli interessati.

Stessa situazione  per quanto riguarda un’altra mia interrogazione del 06 febbraio u.s. per capire su quali dati è stata calcolata la Tarsu 2012, se era comprensiva, o meno, dei dati di elusione ed evasione riscontrati dall’A&G che avrebbero dovuto ridurre il tributo.  

Tra l’altro, questo quesito lo avevo già posto in passato, senza nessuna risposta.

E ancora stante che non si è avuta chiarezza sulla percentuale del costo che si andava a coprire con la tariffazione a carico dei cittadini (delibera consiliare 92 % - relazione Revisore 80% - piano di rientro 100%), ho chiesto il rilascio della copia degli atti, in ultimo con nota del 6 febbraio. Nessuna risposta.

E ancora l’interrogazione datata  14 febbraio con il quale chiedevo al sindaco un intervento urgente per la temibile  situazione del depuratore a seguito della frana di c/da Signore. Nessuna Risposta.  

All’On. Di Benedetto, attuale sindaco del nostro comune, pongo l’identica  domanda che lui fece con l’interrogazione parlamentare n° 1070 del marzo del 2010, all’assessore per le Autonomie Locali, a difesa di alcuni consiglieri del comune di Grotte: “Risulta evidente come nel comune di Grotte  venga perpetrata in modo continuativo una violazione sistematica delle norme che tutelano il diritto dei consiglieri comunali a svolgere la propria funzione di rappresentanza in seno al consiglio comunale; per sapere quali provvedimenti abbia assunto ed abbia intenzione di assumere al fine di ripristinare le condizioni di agibilità democratica da parte dei consiglieri comunali del Comune di Grotte”. Io aggiungo del comune di Raffadali.

Spero che Sua Eccellenza, il signor Prefetto intervenga per la tutela dei diritti violati”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il consigliere Vinti si iscrive al club dei "senza risposta"

AgrigentoNotizie è in caricamento