Lunedì, 17 Maggio 2021
Raffadali

Raffadali, il comune apre le porte alla scuola

Una classe del plesso Gianni Rodari di Raffadali, ha incontrato l'assessore alla cultura Costanza che ha fatto da "Cicerone" tra le stanze del Palazzo di Città

L'assessore Costanza con i bambini

Bellissima esperienza fatta dagli alunni della classe III B del plesso Rodari, dell’Istituto comprensivo Manzoni di Raffadali, coordinati dalle docenti Maria Butticè e Giovanna Gueli, che hanno incontrato l’amministrazione nella persona dell’assessore alla cultura e pubblica istruzione, il preside Luigi Costanza.

L’assessore, come uomo di scuola, ha fatto visitare i locali della biblioteca e successivamente i ragazzi hanno visitato le “stanze istituzionali“ del comune, quali la stanza del sindaco, la sala giunta, il comando dei vigili urbani.

L’iniziativa è servita per mettere sempre a confronto l’istituzione comunale con le giovani generazioni, ma l’occasione della visita, presso la biblioteca comunale di Raffadali, è servita anche per incontrare Enzo Salvatore Argento, noto autore di testi, alcuni dei quali in dialetto siciliano.
È stato un tuffo nel passato, tra poesia, arte, tradizioni popolari, conoscenza dei propri luoghi e delle proprie radici.

Gli alunni hanno vissuto, in un diverso ambiente di apprendimento, un’esperienza che ha coinvolto sinergicamente la scuola con il territorio.
Sono intervenuti oltre l’assessore alla pubblica istruzione Luigi Costanza, l’autore Enzo Argento e il pittore Filippo Tarallo.

Le attività laboratoriali hanno interessato in modo trasversale varie discipline che hanno consentito di mettere in pratica un compito di realtà che ha fatto emergere le competenze degli alunni.

Le attività continueranno nel corso dell’anno scolastico, come hanno confermato le due insegnanti Buttice e Gueli e nei prossimi giorni con la realizzazione della caratteristica “Nuvena di Natali” e con la rappresentazione del testo che è stato oggetto di studio: “Natali aieri, Natali oj” di Enzo Argento.

Molto soddisfatto l’assessore Costanza per questo continuo rapporto che l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Cuffaro vuole attuare per permettere alle giovani generazioni di avvicinarsi e confrontarsi sempre più con le istituzioni, infatti già precedentemente anche gli alunni del Galilei hanno visitato le stanze del palazzo comunale.

A fine della giornata l’assessore Costanza ha fatto dono a tutti i ragazzi di un libro che racconta le gesta del prete raffadalese padre Spoto ucciso in terra di Africa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffadali, il comune apre le porte alla scuola

AgrigentoNotizie è in caricamento