Raffadali

Raffadali, il comune chiede oltre 350mila euro a Girgenti Acque

A parere del sindaco Silvio Cuffaro tutte le bollette riferite a utenze intestate al comune, dovevano invece essere volturate a Girgenti Acque, in quanto riferite a pompe di sollevamento e altri sistemi di convogliamento delle acque, di cui doveva farsi carico la società di gestione

Il Comune di Raffadali, rappresentato e difeso dall’avvocato Carmelo Brucculeri, ha citato in giudizio Girgenti Acque, chiedendo al Tribunale di Agrigento che venga condannata a corrispondere al comune la somma di € 357.363,76.

In seguito all'affidamento delle infrastrutture necessarie a garantire il servizio idrico, Girgenti Acque, infatti, non fece a suo tempo volturare le utenze già intestate al Comune di Raffadali.

Di conseguenza Enel Energia per gli impianti per i quali non era stata effettuata la voltura, ha continuato a inviare le fatture di pagamento al comune di Raffadali che ora ne ha chiesto il rimborso. 

A tale proposito Silvio Cuffaro, Sindaco di Raffadali, ha dichiarato: 

“Sin dai primi giorni del mio mandato ho cercato di dare un’impronta nuova alla gestione della cosa pubblica.

Ho azzerato i costi della politica, ho portato avanti  il contenimento della spesa pubblica mantenendo efficienti i servizi, e in questa ottica ho intrapreso un contenzioso con  Girgenti Acque affidando a un legale di fiducia la richiesta di risarcimento dei danni subiti per ottenere un ulteriore risultato concreto in favore dei cittadini raffadalesi”  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffadali, il comune chiede oltre 350mila euro a Girgenti Acque

AgrigentoNotizie è in caricamento