menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
25 novembre

25 novembre

Raffadali, scoperta una targa nella giornata contro la violenza sulle donne

La testimonianza di Giovanna Ferro, Madre  di Antonella, vittima di femminicidio nel marzo 2000, è stata toccante  e ha prodotto una grande emozione il suo appello accorato a non tacere ed a ribadire una maggiore severità per chi si macchia di questi orrendi crimini

COMUNICATO STAMPA DELL'ASSOCIAZIONE MERINI:

Si è svolta ieri, 25 Novembre 2015, “Giornata internazionale contro la violenza sulle Donne”, una iniziativa organizzata  dall’ ”Associazione Alda Merini - Liberamente Donna” di Raffadali.
Malgrado la serata rigida, tante persone hanno partecipato all’iniziativa durante la quale si è proceduto alla scopertura  una targa commemorativa in marmo alla  memoria di tutte le donne vittima di violenza,  realizzata con il contributo delle Socie dell’Associazione e donata alla Città.
Emozione, riflessione e consapevolezza ma anche grande gioia nel donare a Raffadali un tangibile contributo.
Si è quindi proceduto alla scopertura della targa
L’Arciprete di Raffadali Don. Giuseppe Livatino, dopo un breve rito religioso, ha posto l’accento sul dilagare della violenza e di quanto questo fenomeno sia presente nell’ambito familiare e che va creata una nuova consapevolezza verso il ruolo delle donne.
L’iniziativa si è svolta nella Piazza Europa ed è iniziata con l’intervento  musicale del giovane Domenico Galvano che ha intonato le note del silenzio.
La Presidente Ester Vedova nell’esporre le motivazioni dell’iniziativa, ha sottolineato come in un clima generale clima di violenza, donare una targa in memoria di tutte le donne vittime di violenza sia di monito e forte l’’invito a non tacere, per dire “no” ad ogni forma di violenza,  educare all’amore, all’accettazione delle diversità, ai sentimenti e contro  ogni forma di violenza..
E’ intervenuto successivamente l’Assessore Luigi Costanza , che con lucida testimonianza ha percorso le motivazioni che hanno portato alla celebrazione della Giornata Internazionale. Ha inoltre ribadito l’importanza della cultura per sconfiggere ogni forma di arretramento e degrado sociale e culturale del quale la violenza e la violenza sulle donne è un sintomo.
La testimonianza di Giovanna Ferro, Madre  di Antonella, vittima di “femminicidio” nel marzo 2000, è stata toccante  ed ha prodotto una grande emozione il suo appello accorato a non tacere ed a ribadire una maggiore severità per chi si macchia di questi orrendi crimini.
La manifestazione è stata conclusa dal “flash mob” organizzato dalle Docenti delle Istituti Comprensivi  di Raffadali : “G. Galilei” “G. Garibaldi” e “A. Manzoni”.
Bravissime le ragazze, che saranno le future donne di Raffadali. 
Nella loro memoria resterà sempre impresso il ricordo di questo 25 Novembre 2015 queste le dichiarazioni delle loro bravissime docenti che hanno sottolineato come queste ragazze siano il loro orgoglio ed il nostro futuro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento