menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Frana

Frana

Raffadali, Cuffaro a Palermo per chiedere finanziamenti per la frana di contrada Signore

La frana, attiva da circa due anni, minaccia seriamente il depuratore comunale di Raffadali e potrebbe arrecare danni enormi.

La frana di contrada Signore, di cui, per primi, ci eravamo occupati circa due anni addietro, continua, inesorabilmente, a erodere terreno sempre più a monte e adesso minaccia seriamente il depuratore comunale.

A lanciare un nuovo grido d’allarme è l’associazione Mare Amico che ha documentato con foto e un video girato con un drone, come la frana, dopo aver distrutto un tratto della strada tra Raffadali e Joppolo Giancaxio, sia ormai entrata all’interno dell’area del depuratore, proprio al di sotto della recinzione.

“L'acqua – riferisce MareAmico -non esce più dal tubo ma da un vicino tombino, poiché lo stesso tubo è stato divelto e trascinato a valle dalla frana”.

Il sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro nei giorni scorsi, assieme ad alcuni tecnici del comune, ha effettuato un sopralluogo sul sito della frana, constatando la pericolosità dei movimenti in atto in tutta la zona e ha dichiarato l’improcrastinabilità di un intervento mirato e immediato.

“Ho già emesso un’ordinanza – ha dichiarato il sindaco – con la quale chiedo a Girgenti Acque, responsabile del sito, di mettere immediatamente in sicurezza tutta la zona, onde evitare ulteriori danni, che potrebbero lievitare enormemente qualora la frana cominciasse a interessare strutture del depuratore comunale.

E’ passato ormai il tempo delle chiacchiere e dello scarico vicendevole delle responsabilità.

Oggi – ha aggiunto Silvio Cuffaro – mi recherò a Palermo dove ho già fissato un appuntamento con il direttore generale del Dipartimento Territorio e Ambiente, Maurizio Pirillo, per cercare di trovare una soluzione definitiva al problema.

Esiste già un progetto della Protezione Civile che mira alla salvaguardia del depuratore e alla messa in sicurezza di tutta l’area circostante.

La Protezione Civile regionale non ha però posizionato il progetto esistente tra le priorità da finanziare.

Il mio incontro con il responsabile del dipartimento regionale tenderà soprattutto a questo e cioè a cercare di far capire che la frana di contrada Signore a Raffadali, deve necessariamente assumere un carattere di preminenza tra le opere da finanziare e realizzare al più presto.

Mi auguro che l’incontro risulti proficuo e che si possano dare quelle risposte che i cittadini raffadalesi attendono ormai da tanto tempo.

Tutto quello che è di nostra competenza – ha concluso il sindaco di Raffadali – lo stiamo facendo, compreso anche qualcosa che va al di là dei nostri normali compiti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento