rotate-mobile
Raffadali Raffadali

Raffadali, dal 16 gennaio via i cassonetti e avvio della raccolta porta a porta

Già da lunedì ogni utenza (circa seimila quelle presenti a Raffadali) riceverà una lettera contenente diverse informazioni su come differenziare e sul calendario settimanale di ritiro del prodotto differenziato

Si è svolto stamani nell’aula consiliare del comune di Raffadali, l’evento-conferenza di presentazione, alla stampa e ai cittadini, del nuovo servizio di raccolta differenziata “porta a porta”.

Alla manifestazione pubblica, aperta a tutti i cittadini raffadalesi, sono intervenuti: il sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro, il sindaco di Casteltermini, Nuccio Sapia, in qualità di presidente della SRR Ag Est, Salvatore Impiduglia , dirigente dell’Utc di Raffadali, Pietro Gravina, responsabile territoriale Comieco, Giovanna Paradiso della Achab, la società che si occupa della comunicazione, Franco Cuffaro dell’ufficio speciale raccolta differenziata e Dorotea Tuttolomondo della Ecoin, l’azienda che si è aggiudicata l’appalto pubblico di gestione del servizio.

Presenti inoltre diversi consiglieri comunali, alcune rappresentanze delle scuole raffadalesi e i sindaci di Joppolo Giancaxio, Giuseppe Portella e di Santa Elisabetta Mimmo Gueli che presto avvieranno anche nei loro comuni la raccolta differenziata.

La conferenza ha rappresentato l’avvio ufficiale della campagna informativa che coinvolgerà tutti gli utenti raffadalesi da oggi fino al 16 gennaio prossimo, data prevista per l’avvio della raccolta casa per casa. In questi cinquanta giorni, che mancano alla scomparsa dei cassonetti da tutte le strade cittadine, ci sarà una massiccia campagna di informazione e sensibilizzazione rivolta ai cittadini, alle scolaresche e alle varie associazioni.

Già da lunedì ogni utenza (circa seimila quelle presenti a Raffadali) riceverà una lettera contenente diverse informazioni su come differenziare e sul calendario settimanale di ritiro del prodotto differenziato. Dal 5 dicembre e fino al 21 dello stesso mese, si potranno invece ritirare gratuitamente, nella sede di Ecoin in contrada Giuliana, i sei contenitori per la raccolta differenziata, muniti tutti di un microchip elettronico che sarà associato al codice a barre, presente nella lettera, e quindi all’utenza di appartenenza.

Ci si prepara dunque a quella che molti hanno definito una vera rivoluzione del servizio di raccolta dei rifiuti che porterà dei notevoli benefici sia in termini ambientali, sia sotto il punto di vista economico, visto che il ridotto conferimento in discarica alleggerirà anche le bollette della Tari.

Ringrazio fin da adesso – ha detto il sindaco Silvio Cuffaro – tutti i cittadini raffadalesi che, sono certo, sposeranno questa iniziativa. È una sfida che non possiamo perdere e useremo ogni strumento necessario per prevenire o punire gli eventuali trasgressori”.

Conferenza stampa raccolta differenziata

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffadali, dal 16 gennaio via i cassonetti e avvio della raccolta porta a porta

AgrigentoNotizie è in caricamento