rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Raffadali Raffadali

Contatori idrometrici, nella polemica interviene l'ex sindaco Gian Franco Gueli

Dopo il botta e risposta di sabato scorso durante la manifestazione in piazza e la proposta del sindaco di nominare l'avvocato Gian Franco Gueli suo vicesindaco, c'è la risposta di quest'ultimo attraverso una nota stampa

Questa la nota inviata alla nostra redazione:

"Il Sindaco del Comune di Raffadali continua a tergiversare sulla questione dell’installazione dei contatori idrici, affidando, da ultimo, alla penna di un suo portavoce, l’illustrazione delle ragioni che, a suo dire, impedirebbero l’adozione di una ordinanza sindacale per la temporanea sospensione dei misuratori idrici.

Ancora una volta ci si perde in chiacchiere, in odiose strumentalizzazioni politiche, in argomentazioni che non hanno alcun pregio; il tutto condito da inutili citazioni letterarie, del tutto avulse dal contesto, con le quali si vorrebbe sfoggiare una erudizione della quale, semmai, andava data prova sui banchi di scuola.

La questione è semplice: l’installazione di misuratori idrici che misurano anche l’aria è contra legem. Se, ciononostante, il Sindaco ritiene, mal suggerito dai suoi consiglieri giuridici, di non potere adottare un’ordinanza sindacale, lasci il posto a chi è pienamente convinto del contrario.

Nel corso della manifestazione di protesta di sabato scorso, del resto, lo stesso Sindaco, indossando le vesti del Ponzio Pilato che vuole “lavarsi le mani” sulla vicenda, ha pubblicamente dichiarato, microfono alla mano e rivolgendosi a migliaia di cittadini, di volere affidare al sottoscritto, previa nomina alla carica di vice-sindaco, il compito di adottare un’ordinanza sindacale che ordini a Girgenti Acque di sospendere temporaneamente l’installazione dei contatori idrici.

La sfida è stata subito accettata e l’ordinanza sindacale è già pronta per la firma.
A questo punto, sia il Sindaco a decidere come procedere: se nominare vice-sindaco il sottoscritto soltanto per la firma dell’ordinanza (nel qual caso rassegnerei le dimissioni subito dopo la firma), o se affidare al sottoscritto, e ad una nuova Giunta composta da tecnici, il delicato compito di gestire anche la fase successiva.

In tal caso, vada in vacanza sino alla fine della legislatura a godersi un pur immeritato riposo.
Il resto sono soltanto parole che non valgono la carta su cui sono scritte".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contatori idrometrici, nella polemica interviene l'ex sindaco Gian Franco Gueli

AgrigentoNotizie è in caricamento