Domenica, 16 Maggio 2021
Raffadali

Il Raffadali supera l'ex Bellomo e dedica la vittoria al ds Franco Curaba

Una rete di Iannello in apertura del match, decide un incontro equilibrato che il Raffadali ha avuto il merito di aggiudicarsi grazie al sacrificio collettivo di una squadra ancora in rodaggio.

Raffadali Folgore

 “Buona la prima” per il Raffadali di Giovanni Falsone che, con il minimo sforzo, guadagna tre punti pesanti.

Al primo affondo, la rete che decide il match: su azione di calcio d’angolo, la difesa ospite rinvia corto.

Iannello si ritrova la sfera sul destro e, senza pensarci, colpisce di forza il pallone che termina in rete.

Sembra il preludio di una gara facile, ma non sarà affatto così.

La squadra di Bellomo dopo qualche minuto di sbandamento comincia a macinare gioco e creare occasioni.

Campione, al 26’, si vede bloccare da Tilaro, un tiro dalla corta distanza. E ancora al 38’ è il portiere di casa a salvare la sua rete con un doppio intervento a terra.

La più clamorosa delle occasioni è sui piedi di Carovana che, a tu per tu con Tilaro, gli fa guadagnare il titolo di migliore in campo grazie ad una respinta prodigiosa.

Il risultato finale premia il Raffadali, ma penalizza oltremisura gli ospiti che devono ancora assimilare meglio il credo calcistico di Bellomo.

È furioso, a fine gara, Mimmo Bellomo che non si dà pace per una sconfitta, a suo dire, immeritata ed evitabilissima.

Un solo tiro in porta da parte loro – afferma Bellomo - e ce ne torniamo a casa a mani vuote. Abbiamo avuto diverse occasioni per pareggiare l’incontro, ma non ci siamo riusciti.

Credo però, e tutti lo hanno visto, che siamo stati noi gli unici a tentare di costruire gioco e arrivare al tiro con azioni manovrate. Purtroppo il calcio è così, non sempre vince chi ha meritato di più”.

Di tutt’altro umore Giovanni Falsone che sportivamente ammette di aver avuto un po’ di fortuna.

“Siamo soltanto alla prima giornata non tutti i miei giocatori sono in forma e quindi, a maggior ragione, ci godiamo questa vittoria che serve a tenere alto il morale e a continuare a fare sacrifici in allenamento.

Il risultato poteva essere diverso, però noi siamo stati bravi a segnare e a respingere i tentativi di una squadra molto forte”.

Prima di infilarsi sotto la doccia il match winner Gero Iannello ci raggiunge per segnalare che il suo gol e la vittoria, assieme a tutti i suoi compagni e al tecnico, sono dedicati al ds Franco Curaba che oggi sarà sottoposto a un intervento chirurgico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Raffadali supera l'ex Bellomo e dedica la vittoria al ds Franco Curaba

AgrigentoNotizie è in caricamento