menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Locandina

Locandina

Domenica la presentazione del libro “Le quindici” di Christian Bartolomeo

All’incontro, oltre all’autore, saranno presenti il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, il presidente del consiglio direttivo della biblioteca Luigi Costanza, assieme ai componenti dello stesso consiglio, Alfonso Gueli ed Enzo Alessi, nonché l’editore Ottavio Navarra

Per la rassegna “Incontri con l’autore”, domenica 13 gennaio alle 17,30, nella sala Auditorium della biblioteca comunale, ci sarà la presentazione del libro “Le quindici”, opera prima dello scrittore originario di Raffadali, Christian Bartolomeo.

Un romanzo d'esordio sorprendente, vincitore della Giara d'argento al prestigioso premio letterario "La Giara" promosso dalla Rai.

All’incontro, oltre all’autore, saranno presenti il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, il presidente del consiglio direttivo della biblioteca Luigi Costanza, assieme ai componenti dello stesso consiglio, Alfonso Gueli ed Enzo Alessi, nonché l’editore Ottavio Navarra.

"Le Quindici" è una rocambolesca commedia degli equivoci, ambientata tra Sicilia e Calabria nei primi anni '60, Le Quindici, che altro non sono che le Orazioni di Santa Brigida, racconta di un bonario parroco di un paese dell'Agrigentino, don Salvo, a cui tutti chiedono miracoli perché ritenuto in odore di santità.

Perfino il vescovo di Agrigento, monsignor Gerlando Mangione, e il mafioso locale, don Pepe Lattuca, si prodigano con ogni mezzo, facendo pressioni al povero prelato, pur di vedere realizzato il proprio personale miracolo: il primo, menomato dalla nascita al braccio sinistro, vuol essere guarito e mira a un posto da cardinale; il secondo desidera far sposare la sorella attempata, e magari togliere anche di mezzo un concorrente che gli sta rubando terre e affari.

Don Salvo vorrebbe invece salvare soltanto il compaesano Antonio Tuttolomondo, al quale un sogno premonitore ha annunciato morte certa entro quindici giorni. Una rete di personaggi e situazioni insolite, di grazie inspiegabili o contraffatte, credenti tiepidi e miscredenti fervorosi, attraverso dialoghi in cui si alternano un radicato dialetto e un latino storpiato.

Il gioco tra miracoli annunciati e coincidenze incalzanti alimenta l'ambiguità tra caso e intervento divino e disegna il contorno dei veri protagonisti del romanzo: la capacità dell'uomo di cambiare e l'amore testardo di Dio, sempre pronto, per tutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Discarica nel piazzale dell'ospedale, Trupia: "Addebiteremo spese bonifica"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Gioca 10 euro e ne vince 2milioni: caccia al fortunato di Cattolica Eraclea

  • Cronaca

    Un agrigentino a "Uomini e donne", Gero Natale debutta su Canale 5

  • Sport

    L'ex "portierone" Daniele Indelicato vola a Dubai: affiancherà Sosa

Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento