menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Costanza

Luigi Costanza

Raffadali, ragazzi del "Politi" al comune per un progetto alternanza scuola-lavoro

Dodici studenti hanno intrapreso il primo incontro in questo percorso di scuola-lavoro che fa dell'alternanza un elemento strutturale dell'offerta formativa, con l'obbligo di svolgere almeno 200 ore di attività.

Giornata di festa e anche di emozioni per dodici studenti del liceo scientifico Politi di Agrigento per l’incontro con il sindaco Silvio Cuffaro, l’assessore Luigi Costanza, i dirigenti, il segretario comunale dottoressa Laura Tartaglia in occasione dell’inizio del progetto “Fuoriclasse“  intrapreso, a seguito di apposita convenzione,  tra il Liceo Politi“ e il comune di Raffadali.

I giovani Cuffaro Maretina, Di Mino Andrea, Lo Pilato Lorena, Messina Angelo, Russo Fiorino Lucrezia, Varino Maria Lorena, Alaimo Alisia, Cuffaro Sara, Lattuca Roberta Manno Marika, Messina Alessi Maria e Cuffaro Marica dopo il saluto del sindaco Silvio Cuffaro,  hanno intrapreso il primo incontro in questo percorso di scuola-lavoro introdotto  dalla L. 107/2015, cosiddetta “Buona Scuola“, che  fa dell'alternanza un elemento strutturale dell'offerta formativa, prevedendo, tra l'altro, l'obbligo, per i licei, a partire dalle terze classi, di svolgere negli ultimi tre anni, almeno 200 ore di attività. 

 Un'esperienza significativa, come ci ha sottolineato l’assessore Costanza, molto vicino a questo tipo di esperienza essendo un dirigente scolastico, che consente ai ragazzi di acquisire competenze trasversali  in termini di progettualità, lavoro di gruppo, comunicazione, cittadinanza, nonché competenze più specialistiche spendibili nel mondo del lavoro.

Una modalità flessibile di apprendimento che consolida e completa il sapere scolastico, raccordando ancora meglio le scuole alla società civile e al territorio. Infatti il partenariato con il comune di Raffadali coinvolge gli studenti lì residenti e consentirà loro di acquisire consapevolezza dell'organizzazione e del funzionamento degli uffici e degli organi comunali.

Non a caso il comune designerà dei tutor che collaboreranno, assieme ai docenti, alla progettazione, organizzazione e valutazione dell’esperienza di alternanza, favorendo l’inserimento dello studente nel contesto operativo, affiancandolo e assistendolo nel percorso e pianificando e organizzando le sue attività in base ad un progetto formativo personalizzato.

L'esperienza di lavoro coinvolgerà numerosi uffici, come ci ha sottolineato l’assessore Costanza   in modo da garantire attività diversificate corrispondenti alla varietà di competenze che gli studenti potranno sviluppare in relazione a inclinazioni e talenti, nonché alle preferenze espresse rispetto al proprio progetto di vita ed alle personali aspettative.

Tale percorso di alternanza assumerà così anche una forte valenza orientativa indirizzando i giovani verso le scelte formative e lavorative successive.

L'iniziativa dimostra l'attenzione del comune di Raffadali per la realtà formativa de i giovani con cui punta a instaurare una stabile e proficua collaborazione, anche al fine di favorire lo sviluppo socio- economico e culturale del proprio territorio.

Alla fine l’assessore Costanza ha omaggiato tutti i ragazzi di due testi offerti dalla biblioteca comunale di Raffadali uno dei quali racconta la storia di padre Francesco Spoto, un martire raffadalese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento