menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Silvio Cuffaro

Silvio Cuffaro

Raffadali, Cuffaro:"L'acqua pubblica è da sempre un mio obiettivo, il Pd stia tranquillo

"Sul tema acqua parla la mia storia personale di Sindaco, quando già nel 2011 da primo cittadino di Raffadali, sostenni convintamente i due quesiti referendari sui servizi idrici, proposti dal Forum Italiano dei movimenti dell’acqua"

In merito alla nota del segretario del PD di Raffadali Filippo Plano con la quale si esortava il sindaco Cuffaro a porre in essere tutti gli adempimenti per arrivare alla gestione pubblica del servizio idrico, lo stesso sindaco Silvio Cuffaro, ha inviato alla nostra redazione la seguente dichiarazione:

“Ho sempre sostenuto che l’acqua è un bene pubblico e universale, già prima che il parlamento regionale approvasse il ddl Crocetta-Contraffatto che, di fatto, dà l’opzione della gestione diretta dell’acqua ai comuni dell’isola che hanno così l’opportunità di riprendersi la gestione integrata del servizio idrico.

A meno che non si aprano formali vizi di legittimità costituzionale, come sostiene l’assessore regionale all’energia del Pd, la renziana Vania Contraffatto, da parte del Governo nazionale.

Sul tema acqua parla la mia storia personale di Sindaco, quando già nel 2011 da primo cittadino di Raffadali, sostenni convintamente i due quesiti referendari sui servizi idrici, proposti dal Forum Italiano dei movimenti dell’acqua, in maniera forte e chiara, come mi hanno riconosciuto i giornalisti di Repubblica in un articolo e in un’intervista che mi fece una televisione svizzera e con la vittoria popolare dei sì, quasi plebiscitaria.

Non capisco adesso, dopo questa lectio magistralis, il segretario cittadino del Pd di Raffadali, Plano, cosa intenda dimostrarmi con la nota stampa.

Anche perché ho partecipato ad altre manifestazioni per l’acqua pubblica compresa quella di qualche giorno fa a Burgio.

Forse Plano è rimasto frastornato nel vedermi lì e si è avventurato in una serie di ragionamenti sull’acqua che da quanto ho potuto capire e leggere presentano una serie di inesattezze, come persona poco informata sui fatti.

Dall’excursus storico che fa, omette di dire che l’acqua in Sicilia è stata privatizzata dal suo leader, quando era Presidente della Regione e la base degli allora democratici di sinistra protestava vibratamente.

Alla manifestazione di Burgio c’erano i Sindaci resistenti che non hanno ceduto le reti pubbliche al gestore privato e i Sindaci che non hanno ceduto le reti e che hanno subito la cessione ai privati da parte dei commissari, mentre vi è stata l’assenza totale dei sindaci che hanno volontariamente consegnato le reti.

 Il comune di Raffadali da me presieduto non ha ceduto le reti, ma è stato un commissario ad acta regionale dopo la resistenza dell’amministrazione comunale a deliberare la consegna delle reti al gestore privato Girgenti Acque.

È superfluo, ma lo ripeto: sono per gestire l’acqua direttamente con il mio comune come ho sempre detto e lottato, e lo dimostrerò nelle sedi competenti, quando si voterà per la rescissione del contratto dal gestore privato, e questo lo si potrà fare, non appena il sindaco di Agrigento come presidente pro-tempore dell’Ato convocherà l’assemblea dei sindaci dei comuni che fanno parte dell’ATO idrico di Agrigento.

È chiaro che mi assumerò in quella sede le responsabilità da Sindaco per garantire un servizio efficiente, trasparente e soprattutto vantaggioso per il cittadino che paga oggi un servizio piuttosto caro al gestore privato.

Per quanto riguarda la soluzione prospettata nella nota, non serve nessun altro consorzio perché Raffadali ancora fa parte del Consorzio del Voltano che, anche se commissariato, è costituito da 11 Comuni che può gestire, manutenere reti, distribuire l’erogazione dell’acqua e garantire tariffe meno esose ai cittadini con tutti i crismi previsti dalla legge come nel passato.

Per tutto ciò serenamente e pacatamente dico al Pd di Raffadali che sarò conseguenziale a quello che ho sempre dichiarato in tema di acqua, perché l’acqua pubblica oggi è una possibilità che il Sindaco Cuffaro persegue da anni e anni e non perderà l’attuale occasione, non si farà nessun passo indietro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento