menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
liste maggioranza

liste maggioranza

Raffadali, acqua pubblica: è il momento di fare scelte coerenti nell’interesse dei cittadini

Lo sostengono, in una nota inviata in redazione, i partiti di maggioranza che sostengono l'amministrazione comunale guidata dal sindaco Silvio Cuffaro.

Questa la nota inviataci:

"La coalizione dei cinque partiti del centro-destra di Raffadali ha deciso di rompere il silenzio e di rispondere al vergognoso manifesto che è stato affisso alcuni giorni fa lungo le vie del paese ad opera dei partiti dell’opposizione.

Amareggia ancora una volta sottolineare la doppiezza dell’opposizione a Raffadali sul ritorno alla gestione diretta dell’acqua prevista da una legge regionale, che a oggi è in vigore, pur essendo stata impugnata dal governo nazionale guidato da Matteo Renzi, segretario nazionale del partito democratico.

Infatti che le opposizioni consiliari del PD e dei loro alleati organizzino una manifestazione contro l’amministrazione comunale sul tema dell’acqua pubblica è da ritenersi francamente assurdo, fuori tempo e del tutto incoerente. Innanzitutto i nostri avversari sbagliano destinatario, non è infatti il sindaco Cuffaro, che si è speso in prima persona con coraggio e senso del dovere, il loro interlocutore bensì il Commissario dell’Ato idrico di Agrigento   Dott.  Maisano, nominato dal presidente Crocetta, che dovrebbe convocare l’Assemblea dei soci al fine di portare avanti la risoluzione definitiva del contratto con Girgenti Acque.

Tra l’altro non si comprende perché non sia ancora stato emesso il decreto di autorizzazione dell’Assessorato Regionale all’Energia guidato dalla sig.ra Contraffatto, politicamente vicina al presidente Crocetta e al partito democratico, per la costituzione di quel  sub-ambito territoriale tanto auspicato che alcuni  giorni fa  l’onorevole Panepinto del partito democratico ha  sollecitato all’assessore Contraffatto di autorizzare portando così avanti una battaglia del tutto analoga a quella che sta conducendo il nostro sindaco Silvio Cuffaro.

E le opposizioni invece che fanno? Beh, semplice stanno in religioso silenzio.

Come del resto nei confronti del governo regionale che dovrebbe accelerare il percorso irreversibile di ritorno all’acqua pubblica e alla gestione diretta del servizio idrico integrato.

A Raffadali il consiglio comunale prima di tutti gli altri paesi della provincia ha votato la proposta di risoluzione dal contratto con Girgenti Acque.

Prima un referendum e poi una legge regionale hanno dato questa opportunità.

Su Girgenti Acque v’è poi da dire che al momento si è visto poca acqua e bollette care.

Noi rivendichiamo da Girgenti Acque l’approvvigionamento dell’acqua a ciclo continuo per tutti i raffadalesi perché non ha senso installare i contatori se l’erogazione di acqua è garantita ai cittadini solo ogni sette giorni e nei contatori gira l’aria e non l’acqua.

Riteniamo altresì che gli attuali contatori non sono a norma in quanto privi di “sfiatatoi” dell’aria cioè di apposite valvole di sfogo la cui assenza causa ai cittadini la fatturazione di consumi non veritieri per il passaggio per l’appunto dell’aria.

Le opposizioni con la loro solita demagogia ed incoerenza dopo avere votato all’unanimità in consiglio comunale la nostra proposta per il ritorno all’acqua pubblica ora cercano pateticamente di sfilarsi dal fronte comune con noi sull’acqua pubblica.

Noi ci impegniamo ad individuare una via percorribile attraverso anche forme di consorzi tra comuni e la società del Voltano. Altresì abbiamo già contestato il distacco dello scarico delle fogne per i morosi, perché lo riteniamo ingiusto ed illegittimo.

L’amministrazione comunale non intende retrocedere anzi è sempre più determinata a portare avanti la gestione pubblica dell’acqua coerentemente con gli obiettivi che ci eravamo prefissati.

Noi siamo sempre pronti a collaborare  con l’opposizione se lineare nei comportamenti e solo se  nell’interesse dei cittadini raffadalesi, di contro non desideriamo avallare tentativi per la ricerca del consenso per un partito quale quello Democratico  del tutto assente, vuoto di contenuti ed in evidente  caduta libera di consensi tra i concittadini a fronte di un centro-destra unito e sempre  disponibile a portare avanti le battaglia della legalità e della civiltà per una Raffadali migliore e perché i cittadini raffadalesi possano progredire sempre più e godere di servizi di qualità per come bene meritano".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento