Raffadali

Raffadali, Cuffaro: "Nonostante tutto, torneremo a gestire il servizio idrico"

"Siamo contrari ai contatori, non per principio, anzi riteniamo corretto che ognuno paghi il dovuto, ma questo tipo di contatori non assicura che la bolletta contenga solo l’acqua consumata e non anche l’aria".

Acqua pubblica

La delibera del 2 ottobre scorso, con la quale il consiglio comunale di Raffadali ha sancito la volontà popolare del ritorno alla gestione pubblica del servizio idrico, ha, di fatto, acceso una contesa che vede schierati da una parte: amministrazione comunale e utenti, dall’altra, il gestore privato del servizio idrico.

Molti cittadini, dopo il chiaro pronunciamento del consiglio comunale, hanno notato in questi ultimi giorni, una maggiore presenza delle auto bianche col logo blu del gestore privato e l’intensificazione del montaggio dei contatori.

Anch’io – ci ha detto il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro – ho notato questa strana coincidenza della massiccia presenza di Girgenti Acque, all’indomani del consiglio del 2 ottobre.

Devo dire che con Girgenti Acque avevamo un dialogo aperto che si è adesso bruscamente interrotto.

Non comprendo questo accanimento nel montaggio dei contatori, visto che da gennaio torneremo alla gestione pubblica.

Siamo contrari ai contatori, non per principio, anzi riteniamo corretto che ognuno paghi il dovuto, ma questo tipo di contatori non assicura che la bolletta contenga solo l’acqua consumata e non anche l’aria.

Voglio rassicurare i miei concittadini che l’amministrazione comunale è al loro fianco nello svolgimento di questa battaglia.

Non ci lasceremo, di certo, intimidire da queste forzature e queste imposizioni.

Stiamo diffidando Girgenti Acque dal montare contatori sul territorio comunale, senza autorizzazioni e presto chiederemo il risarcimento per i danni arrecati al nostro decoro urbano.

Piuttosto, - ha sottolineato Silvio Cuffaro - avrei gradito una maggiore presenza della cittadinanza nel momento in cui il consiglio comunale si è pronunciato sulla vicenda, per dare maggiore forza alla delibera consiliare.

Sono comunque qui – ha aggiunto Cuffaro – ad auspicare la presenza dei cittadini nelle prossime settimane, quando ci sarà forse un ultimo estremo tentativo di sovvertire la volontà popolare del ritorno all’acqua pubblica.

L’amministrazione ha inoltre deciso di fornire l’assistenza legale gratuita a tutti i cittadini che chiederanno un aiuto nelle controversie con il gestore privato.

Sono convinto – ha concluso il sindaco di Raffadali – che se siamo tutti uniti, assieme anche alle amministrazioni e ai cittadini degli altri comuni, non potremo che vincere questa battaglia e dare anche un importante segnale di democrazia e rispetto della volontà popolare”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffadali, Cuffaro: "Nonostante tutto, torneremo a gestire il servizio idrico"

AgrigentoNotizie è in caricamento