Raffadali

Raccolta di prodotti per l'igiene per gli ospiti del carcere Petrusa

I prodotti sono già stati consegnati stamani al personale della Polizia Penitenziaria, diretta dal Commissario Giuseppe Lo Faro, e serviranno a far fronte alle esigenze dei circa cinquecento detenuti attualmente ospitati dalla struttura di contrada Petrusa.

Carcere Petrusa

La Comunità parrocchiale della Chiesa Madre di Raffadali, sensibilizzata dai continui appelli alla condivisione lanciati dall’Arcivescovo di Agrigento, Mons. Francesco Montenegro, ha avviato, nelle settimane scorse, una raccolta di prodotti per l’igiene personale da destinare alla popolazione carceraria della Casa Circondariale di Contrada Petrusa.

A renderlo noto è stato l'arciprete di Raffadali don Giuseppe Livatino che invita tutti coloro abbiano la volontà di contribuire all'iniziativa di contattare qualcuno dei volontari della parrocchia.

    I prodotti sono già stati consegnati stamani al personale della Polizia Penitenziaria, diretta dal Commissario Giuseppe Lo Faro, e serviranno a far fronte alle esigenze dei circa cinquecento detenuti attualmente ospitati dalla struttura di contrada Petrusa.

    La comunità della chiesa Madre darà seguito a quest’esperienza di solidarietà, con una raccolta permanente di prodotti per l’igiene personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta di prodotti per l'igiene per gli ospiti del carcere Petrusa

AgrigentoNotizie è in caricamento