RaffadaliNotizie

"Locali frequentati da pregiudicati e teatro di risse", Auriemma sospende le attività

Il questore, dopo le segnalazioni della stazione dei carabinieri, ha disposto la chiusura per quindici giorni "per motivi di ordine e sicurezza pubblica"

Per "motivi di ordine e sicurezza pubblica", due locali - adibiti alla somministrazione di alimenti e bevande - di Raffadali sono stati chiusi con provvedimento del questore di Agrigento Maurizio Auriemma.

I provvedimenti di sospensione dell’attività lavorativa, per la durata di quindici giorni, sono stati notificati ai titolari dei due esercizi pubblici. Delle ripetute segnalazioni, e dei necessari riscontri, si sono occupati i poliziotti della divisione polizia Amministrativa e sociale della Questura. Le segnalazioni arrivate erano chiare: "Quei locali risultano frequentati da soggetti pregiudicati". Ecco dunque che gli agenti della divisione polizia Amministrativa e sociale della Questura hanno effettuato - dopo le indagini, gli appostamenti, gli interventi e i controlli dei carabinieri della stazione dei carabinieri di Raffadali - le necessarie verifiche appurando che "i due locali - ha ricostruito la Questura di Agrigento - erano abituale luogo di ritrovo di soggetti controindicati e sono stati 'teatro', nei mesi scorsi, di violente liti e risse". Proprio le continue verifiche e l'attività investigativa dei militari dell'Arma hanno consentito di formulare la proposta di sospensione al questore. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il questore ha la titolarità di sospendere o revocare la licenza di un pubblico esercizio ai locali dove siano avvenuti gravi disordini o che siano abituale ritrovo di persone pregiudicate o pericolose o che, comunque, costituiscano un pericolo per l’ordine pubblico o per la sicurezza dei cittadini. La "ratio" della norma mira a tutelare la sicurezza e l’incolumità della collettività in special modo giovanile, messa a rischio dalla presenza di soggetti pregiudicati gravitanti nel mondo dello spaccio degli stupefacenti creando disturbo alla normale convivenza civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Villaseta: giovane si toglie la vita, avviate le indagini

  • Coronavirus, è di nuovo raffica di positivi a Ravanusa, Palma, Canicattì, Licata, Sciacca, Cianciana e Porto Empedocle

  • Non si fermano i contagi a Sambuca, altri nove positivi: tra questi anche un impiegato

  • Amministrative, Franco Miccichè il nuovo sindaco: vittoria a valanga su Firetto

  • Coronavirus: 17 positivi in provincia, ci sono pure 6 alunni e 2 insegnanti

  • Coronavirus: 5 alunni positivi a Porto Empedocle e 3 a Lampedusa: salgono a 15 i contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento