menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Vincenzo Smriglio Fotografia)

(Vincenzo Smriglio Fotografia)

Il "raffadalese" Alessandro Vella, campione mondiale di kick-boxing

Alessandro Vella si è laureato Campione Mondiale di Kick-boxing, nella categoria meno 70 kg, cinture nere (light contact), della WMKF, la World Martial Kombat Federation, una delle principali sigle di questa disciplina.

È uno dei pochissimi raffadalesi, se non l’unico, a potersi fregiare di un titolo mondiale, conquistato da pochissimi giorni. Si tratta del ventitreenne Alessandro Vella, che si è laureato Campione Mondiale di Kick-boxing, nella categoria meno 70 kg, cinture nere (light contact), della WMKF, la World Martial Kombat Federation, una delle principali sigle di questa disciplina.

La manifestazione, che si è svolta al Palalilio di Trapani, oltre alla presenza del presidente della WMKF, Lee Samsum, ha visto anche la partecipazione di atleti provenienti da: Argentina, Messico, Tunisia, Inghilterra, Scozia, Ungheria, Polonia, Svizzera, Malta, Repubblica Ceca e altri paesi, che hanno dato vita ad avvincenti combattimenti, confrontandosi su varie discipline sia da “ring” che da “tatami”.

Alessandro, che è allenato, da sempre, dal maestro Tony Cardella, ha sbaragliato i suoi avversari, battendo in finale il calabrese Pietro Borrello, mentre in semifinale aveva eliminato il maltese Darren Scerri.

Alessandro Vella, residente ancora a Raffadali, da alcuni anni si è trasferito assieme alla sua famiglia a Palermo, dove vive, studia e lavora, e soprattutto coltiva la sua passione per la kick-boxing. Un interesse scoppiato nel 2006 grazie all’amicizia del suo primo e unico maestro, Tony Cardella che continua ancora oggi a seguirlo e del quale è diventato aiuto maestro. Da allora, Alessandro ha conosciuto e appreso le tecniche di combattimento conseguendo innumerevoli successi sia a livello nazionale, sia mondiale. Fino alla conquista di questo titolo mondiale che gli è valso l’attribuzione, ad honorem, del terzo Dan di cintura nera e la qualifica di maestro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento