RaffadaliNotizie

Mancata approvazione del regolamento streaming, i consiglieri: "Siamo rammaricati"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

I Consiglieri Comunali di minoranza del Comune di Raffadali, Salvatore Gazziano, Caterina Giglione, Salvatore Lombardo, Domenico Tuttolomondo, Stella Vella, esprimono grande rammarico per la mancata approvazione nella seduta del Consiglio Comunale di ieri, del regolamento per la disciplina dello streaming delle sedute consiliari.

Il Consiglio ha deciso con il voto dell’intera maggioranza, il rinvio del punto all’ordine del giorno.

Il regolamento per la disciplina dello streaming del Consiglio Comunale è la prima proposta che il gruppo di minoranza ha presentato sin dal momento dell’insediamento. Tale iniziativa consiliare ha lo scopo di consentire la partecipazione di tutti i cittadini all’attività politica, perseguendo finalità di trasparenza e pubblicità dell’attività consiliare.

I consiglieri di minoranza si augurano che al più presto, la trattazione di questo punto possa essere discusso ed approvato dal Consiglio Comunale, con la più ampia condivisione da parte di tutte le forze politiche.

Il Consiglio nella stessa seduta, ha discusso il punto sulla determinazione della misura del gettone di presenza spettante ai Consiglieri Comunali. A seguito della nuova normativa sulla materia, il nuovo Consiglio Comunale ha il compito di adempiere a tale obbligo e stabilire l’ammontare del gettone di presenza.

Dopo un’ampia discussione ed un lungo confronto, alla presenza anche del Responsabile di Settore, la trattazione del punto è stata rimandata alla Commissione competente.

I consiglieri di minoranza sul punto affermano sin d’ora e nel caso in cui la legge lo permetta, di essere favorevoli all’azzeramento del gettone di presenza e qualora la maggioranza decidesse di stabilire un ammontare del gettone di presenza, la minoranza proporrà l’istituzione di un apposito capitolo, nel quale conferire gli emolumenti, da destinare ad attività ed iniziative a sostegno della collettività e del mondo delle imprese.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento